03 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Rito satanico: distrutta la casa e aggrediti i carabinieri

Rito satanico: distrutta la casa e aggrediti i carabinieri

10 Luglio 2013

Erano da poco passate le 14 di martedì quando i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Monza sono stati chiamati per una strana richiesta di soccorso. Alcuni residenti di via Papini hanno telefonato al 112 riferendo di urla ed invocazioni, provenienti da un appartamento fin dalla notte precedente.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, la coppia presente nell’appartamento incriminato gli si è letteralmente avventata contro, rendendo necessario l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale. In totale stato confusionale M.I, classe 1961 di Vaprio D’Adda e G.P.S., 43enne di Sesto San Giovanni, erano nel loro appartamento allestito con tutto l’armamentario per un rituale presumibilmente satanico, insieme alla figlia.

La ragazzina, appena tredici anni, è stata trovata nel loro stesso stato, confusa e visibilmente alterata. Le numerore confezioni di solventi aperte e sparse per tutta la casa, lasciano presumere che a drogare l’intera famiglia sia stata l’inalazione degli stessi.

La coppia, in stato di fermo e piantonata, è ricoverata per accertamenti al San Gerardo di Monza. La loro figlia, le cui condizioni di salute non lasciano presumere sia stata vittima di violenza sessuale, è stata invece associata ad una comunità protetta.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi