02 Dicembre 2020 Segnala una notizia
Province, il Cdm dà via libera al Ddl svuota poteri

Province, il Cdm dà via libera al Ddl svuota poteri

26 Luglio 2013

Le Province perdono i loro poteri. E’ un fine luglio rovente quello che stanno vivendo le amministrazioni provinciali di tutta Italia e palazzo Grossi non fa difetto. Mentre il presidente Dario Allevi, e l’assessore al Bilancio, Alberto Grisi, stanno facendo salto mortali per far quadrare i conti del bilancio e giustificare la loro presenza di fronte a chi vorrebbe eliminare tutto in nomedella spending review, a Roma hanno varato il disegno di legge che cancella competenze e prerogative.

Il via libera lo ha dato il Consiglio dei ministri e il ddl riguarda Città metropolitane, Province, Unioni e fusioni di Comuni e ne rivede e ne svuota in parte i poteri in vista dell’abolizione dalla Carta Costituzionale.

In sintesi, il documento, in attesa di una eventuale riforma costituzionale, prevede che «le province diventino enti territoriali di secondo livello». Il che, in altri termini, significa che la Provincia perde la fisionomia attuale per diventare un organismo non eletto. «Sono organi delle province» esclusivamente: «il presidente della provincia, il consiglio provinciale e l’assemblea dei sindaci». «L’elettorato passivo è attribuito esclusivamente ai sindaci in carica nei comuni della provincia alla data dell’elezione».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Commenti

  1. Complimenti! Resta tutto com’è, le sedi uguale, il personale uguale, i costi uguali. Si elimina solo l’assemblea democraticamente eletta. Ma che paese è questo?!?!

  2. E’ una cosa schifosamente Italiana! E non si capisce nell’interesse di chi, se non dei politici di Roma. Non ci sono parole, se non per insultare chi ha pensato a questa soluzione che soluzione non è…..W il 1789!

Articoli più letti di oggi