24 Novembre 2020 Segnala una notizia
Monza. Piazza Cambiaghi, clochard sfonda la porta della toilette pubblica

Monza. Piazza Cambiaghi, clochard sfonda la porta della toilette pubblica

22 Luglio 2013

Atti di vandalismo in piazza Cambiaghi. Non basta il degrado e la sporcizia che da mesi contraddistinguono la zona, adesso il gruppo di senza tetto che ogni giorno staziona ai margini dell’area, seduto su di un muretto, sfoga la propria frustrazione contro le cose. Oggi uno dei clochard, molto probabilmente esaltato dai fumi dell’alcol, ha letteralmente sfondato a pugni una delle due porte della toilette pubblica. Dopo di che ha iniziato a gironzolare con la faccia cattiva come se fosse alla ricerca di qualche altra cosa contro cui sfogarsi.
Inutile dire che il gesto ha suscitato impressione. Anzi no, vera e propria paura, soprattutto in quei passanti che in quel momento hanno assistito a tutta la scena in diretta, a pochi metri distanza.

La questione di piazza Cambiaghi si trascina irrisolta da mesi. Un gruppo composto da una decina di senza tetto ha scelto l’area come punto di incontro. Ogni giorno, attrezzati con lattine di birra e cartoni di vino, si ritrovano a bere. L’alcol scorre a fiumi e secondo alcune testimonianze dei residenti, assieme a birra e vino, scorre anche droga. L’amministrazione comunale ha appena rifatto il manto stradale di spalto Piodo, la strada che corre accanto a piazza Cambiaghi, e sistemato un piccolo parcheggio per le auto.

Tuttavia, l’iniziativa non è servita a migliorare di molto la situazione. I residenti, fra i quali compaiono mamme, bambini e anziani, ogni giorno sono costretti a subire il solito campionario di chi è abituato a eccedere con l’alcol: urla, liti, vomito, piscio e adesso anche atti vandalici.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi