02 Dicembre 2020 Segnala una notizia

“Imparare in laboratorio”: ITI brianzoli più tecnologici

7 Maggio 2013

Imparare-in-laboratorio-camera-di-commercio-mb1Migliorare la formazione dei giovani diplomati riducendo il gap formativo rispetto alle richieste di competenze che le imprese richiedono. Questo l’obiettivo di “Imparare in laboratorio” il progetto nato da Confindustria Monza e Brianza e realizzato con il supporto della BCC di Carate Brianza, della Camera di Commercio, della Fondazione Grigatti e dell’Ordine degli Ingegneri MB.

150mila euro: a tanto ammonta l’investimento volto a potenziare la formazione dei cinque istituti tecnici industriali della provincia, ITI Hensemberger di Monza, ITI Da Vinci di Carate, ITI Einstein di Vimercate, Majorana di Cesano Maderno e ITI Fermi di desio, i cui laboratori didattici sono stati ammodernati con nuovi macchinari e materiali.

Imparare-in-laboratorio-camera-di-commercio-mb2«Il check up effettuato dalla Fondazione Politecnico sui laboratori dei cinque istituti ha evidenziato l’esistenza di attrezzature spesso obsolete, macchine utensili, manuali non più a norma, strumenti di misura analogici. – ha spiegato il professor del Politecnico Remo Sala – Sono stati proposti ai docenti otto diversi laboratori: automatica, robotica leggera, robotica industriale, plc, strumentazione, sensoristica, macchine utensili, prototipazione rapida».

Si è detto soddisfatto il presidente di Confindustria Renato Cerioli «La qualità della formazione degli studenti degli istituti tecnici industriali è fondamentale per la nostra comunità, in particolare nelle imprese manifatturiere. Siamo la prima provincia in Italia che ha realizzato in poco tempo l’aggiornamento di tutti i laboratori degli istituti ad indirizzo industriale del territorio. Le istituzioni, l’università, le scuole e le imprese hanno dato prova di saper lavorare insieme per un bene comune che sono i nostri giovani.»

«L’intervento è quanto mai prezioso in un momento come questo dove, nonostante il perdurare della crisi, e conseguentemente la necessità di tagliare i costi, riteniamo vitale non far mancare ai nostri giovani tutti i mezzi possibili per crescere e studiare nelle migliori condizioni – ha spiegato Annibale Colombo, presidente della BCC Carate – Oggi vogliamo scommettere su di loro ma ovviamente ci attendiamo poi concretamente che un domani, i più meritevoli, siano in grado di essere protagonisti per contribuire a migliorare il successo delle imprese del nostro territorio».

Imparare-in-laboratorio-camera-di-commercio-mb3Ad avanzare l’ipotesi dell’istituzione di una borsa di studio è stata Valentina Aprea, assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro « È necessario pensare a tutto ciò che è necessario per poter garantire il diritto all’occupazione ai giovani. Devono essere inseriti per tempo nel tessuto produttivo: in questo modo si è siglato un’alleanza tra la scuola e il mondo imprenditoriale. Intendo impegnarmi affinchè la scuola possa garantire delle esperienze all’interno delle aziende attraverso delle simulazioni. Necessario poi che i ragazzi possano vivere l’impresa con dei laboratori. Inoltre sta per essere presentata una nuova formazione triennale indirizzata sia a chi desidera introdursi fin da subito nel mondo del lavoro, sia a chi volesse ulteriormente specializzarsi. In cantiere poi l’ipotesi dell’istituzione di una borsa di studio atta a finanziare un vero progetto innovativo».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi