28 Novembre 2020 Segnala una notizia

Penati non si presenta in aula, Lui stesso spiega perchè

23 Maggio 2013

penati“Non sono andato in aula perché non era previsto e non serviva la mia presenza”. L’ex Presidente della Provincia di Milano, a processo per corruzione, concussione e finanziamento illecito, spiega il perché non si è presentato in aula nell’udienza di mercoledì scorso dove, data la sua assenza e la mancata procura speciale a decidere al suo legale, i reati di concussione di cui era accusato, sono stati prescritti.

“Infatti il 13 maggio scorso, durante la prima udienza la PM Macchia ha chiesto che venisse dichiarata la prescrizione – spiega Penati sul social Network – A questa richiesta i miei legali su mio mandato si sono opposti. I giudici hanno rinviato per sciogliere le riserve e decidere se accogliere la richiesta di prescrizione dei PM oppure se respingerla accogliendo le nostre opposizioni. Questo doveva succedere e non altro questo era stato annunciato al momento del rinvio della prima udienza. Io e i miei legali confidavamo nel fatto che i giudici si sarebbero pronunciati a favore della mia opposizione così non ci sarebbe stata la prescrizione e il processo sarebbe continuato”. Mercoledì però, secondo il rispetto della regolamentazione processuale, il Giudice, nel dichiarare prescritti i reati secondo il nuovo Ddl anti-corruzione, ha domandato al legale difensore di Penati, Matteo Calori, di conferire con il suo assistito, perché potesse raggiungere l’aula entro l’arco della giornata e riferire di persona le sue intenzioni.

Penati non era disponibile “Nella concitazione di una situazione completamente imprevista e irrituale Il mio avvocato mi ha cercato e non mi ha trovato subito – dichiara Penati – ma appena ho saputo che cosa era avvenuto ho immediatamente confermato pubblicamente di rifiutare la prescrizione ricorrendo in Cassazione. A dice che si poteva evitare di ricorrere in Cassazione dico che ha ragione. Ma la responsabilità di chi ha prodotto questa situazione non è mia. Non ho chiesto io la prescrizione ma i PM”.

La legge che ha mandato in prescrizione il reato di concussione, non l’ha fatta la magistratura, ma la politica. Evidentemente però, mercoledì, Penati aveva qualcosa di molto più importante da fare, che restare attaccato al telefono per capire cosa succedeva in aula, nel processo che lo accusa di gravi reati.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi