01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Elezioni. Brugherio, Allevi : «Hanno boicottato il Pdl»

2 Maggio 2013

Allevi-darioUn boicottaggio. Dario Allevi spiega così l’esclusione del simbolo del Pdl dalla competizione elettorale comunale a Brugherio, la città dove nel 1993 nacque il primo club di Forza Italia. Secondo il vicario provinciale del partito del Cavaliere in brianza, che ieri sera ha convocato una riunione con tutti gli altri dirigenti provinciali anche per parlare del “caso brugherio”, il nuovo coordinatore cittadino del partito Roberto Assi e il suo direttivo avrebbero boicottato la lista proposta dal coordinamento provinciale e benedetta dal regionale.

Il motivo per cui sarebbe avvenuto un boicottaggio da parte di persone come Assi e il suo direttivo che nel Pdl ci credevano e ci credono non ci comprenderebbe. Ma Allevi stesso vuole vederci più chiaro. A questo punto, dopo che Assi e i suoi hanno ripercorso la vicenda, sarà lui a raccontare come è andata.

«Avevamo incontrato il coordinamento cittadino di Brugherio un mese e mezzo fa – ha raccontato Allevi – perché per fare la lista abbiamo voluto sentire la base e il territorio; ho poi visto Assi per decidere sull’alleanza con la Lega Nord, ma poi abbiamo convenuto di non farlo perché il nome dell’ex sindaco commissariato non andava bene. Poi non li ho più visti e sentiti». Nel frattempo Assi e i suoi hanno raccolto 226 firme e le hanno inviate, come d’accordo, il 24 aprile al coordinamento provinciale che le avrebbe approvate. «A quel punto abbiamo visto che c’erano riempilista anche non residenti – ha aggiunto Allevi – e avendo quattro nomi nostri abbiamo chiesto di inserirli al posto di quelli; li abbiamo chiamati e loro non hanno risposto. Alle 19 abbiamo girato via mail la lista con le modifiche richiamando l’articolo 25 dello statuto del Pdl che legittima il provinciale nell’intervenire…è stato allora che è scoppiato il putiferio». Secondo la cronologia dei fatti, che coincide nelle due versioni, a quel punto Assi ha incontrato il regionale Mario Mantovani e sembra che dopo una lunga chiacchierata si fosse arrivati a decidere di eliminare un nome dei quattro, ovvero l’ex assessore Vincenzo Caggiano, e tenerne tre. «Ma loro a quel punto si sono chiusi a riccio e non hanno voluto aiutare a raccogliere le firme mancanti nemmeno su una nuova lista che i nostri tre candidati avevano iniziato a stilare – ha spiegato ancora Allevi – Non c’è stato senso di responsabilità da parte loro, ma un vero e proprio boicottaggio voluto e la cosa più grave è che invece per raccogliere le firme per Brugherio popolare europea, lista dove si sono inseriti quelli del Pdl che sarebbero rimasti fuori, il tempo e il modo si è trovato!». A questo punto si dovrebbe avviare un’indagine super partes, anche alla luce delle affermazioni pesanti fatte da Agostino Lomartire, ex coordinatore cittadino che ha detto: «Si è sacrificato il Pdl, ma per fortuna gli arroganti sono stati eliminati!».

In definitiva una domanda continua a rimanere senza risposta logica: perché Assi e i suoi avrebbero boicottato il Pdl e perché – se non volevano stare ai ricatti, come hanno affermato – non avrebbero fatto dall’inizio una lista civica diversa come hanno fatto altri? E soprattutto dove andranno i voti del Pdl a questo punto? Forse una riflessione su una riforma completa di questo partito, sorto all’insegna della “fratellanza” tra club, e oggi divenuto un coacervo di anime completamente diverse e antagoniste.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi