04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

“No aborto”. Davanti al San Gerardo propaganda abusiva

25 Aprile 2013

sangerardo aborto associazioneCartelloni, croci cristiane e slogan inequivocabili per dire no all’aborto… ma abusivamente. Venerdì 26 aprile l’ingresso dell’ospedale San Gerardo di Monza ha ospitato proprio malgrado l’iniziativa di un’associazione che si propone di difendere il diritto alla vita e alla dignità dell’uomo. “Aborto uguale Delitto” per citare lo slogan più battuto.

Le sistemazioni di fortuna destinate ai cartelloni, però, hanno insospettito e la situazione è stata segnalata. Laura Radice, direttore sanitario San Gerardo, smentisce eventuali permessi e ci spiega la prassi.

«Quando questi banchetti stazionano all’interno del suolo ospedaliero – commenta Radice – necessitano di autorizzazioni interne. Quando sono davanti all’ingresso, e quindi su suolo comunale, i portieri hanno mandato di chiamare immediatamente la polizia per le verifiche del caso, che molto spesso si traducono in una levata di tende».

Stando ai riscontri, “baracca e burattini” dell’associazione in questione sono stati sgomberati intorno alle ore 14, ma stazionavano dalla mattina. L’ospedale, attraverso il direttore sanitario Radice, ribadisce che non c’è stata alcuna autorizzazione da parte del nosocomio pubblico.

aborto-cartello-sangerardo

Foto by Valentina Rigano.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi