29 Novembre 2020 Segnala una notizia

La tratta degli esseri umani in Europa

23 Aprile 2013

Il traffico degli esseri umani non si ferma: lo rivela la prima relazione della Commissione europea su quella che è ormai definita la “schiavitù dei giorni nostri”. Solo nel triennio 2008-2010 le vittime della tratta sono state più di 23 mila, mentre il numero di trafficanti arrestati è diminuito del 13% dal 2008 al 2010.

Cecilia Malmström, Commissaria UE per gli Affari interni, ha commentato così i risultati della ricerca: « È difficile immaginare che nei nostri paesi UE, liberi e democratici, decine di migliaia di esseri umani possano essere privati della libertà e sfruttati, scambiati come merci a fini di lucro. Ma è questa la triste verità e la tratta degli esseri umani è ovunque attorno a noi, ben più vicina di quanto pensiamo. Mi rammarica molto vedere che, nonostante questa allarmante tendenza, solo pochi paesi abbiano attuato la legislazione anti-tratta e sollecito quelli che non vi hanno ancora provveduto ad adempiere ai loro obblighi».

In effetti, solo 6 Stati membri hanno recepito in modo completo la direttiva Ue sul traffico di esseri umani. Tuttavia la direttiva, se attuata, avrebbe un impatto rilevante sulla vita delle persone colpite e permetterebbe di intraprendere azioni penali efficaci contro i responsabili.

Per rispondere a questa situazione, la Commissione europea si è dotata anche di una Strategia, che prevede iniziative concrete e specifiche per sconfiggere in modo definitivo il traffico di esseri umani negli Stati membri. L’obiettivo è eliminare una volta per tutte lo sfruttamento sessuale, il lavoro forzato e ogni altra forma di abuso su esseri umani.

Grazie alla direttiva e alla Strategie UE, il quadro legislativo in Europa sta diventando ogni giorno più chiaro riguardo ai diritti delle vittime della tratta. È però importante che i cittadini siano più consapevoli dei loro diritti e che possano esercitarli senza impedimenti.

Combattere il traffico di esseri umani –bisogna ricordarlo- è fondamentale non solo per le persone che ne sono direttamente colpite, ma anche per la coesione sociale dell’Unione europea e la sicurezza dei suoi cittadini.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi