25 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Monza, Ex brigatista assolto: nel 2009 picchiò la croce rossa

3 Marzo 2013

monza-tribunale-MBAssolto. Le accuse erano di resistenza a pubblico ufficiale e di lesioni. Quest’ultimo reato, tra l’altro, non è stato imputabile per la mancanza della querela. Assolto, quindi Paolo Maurizio Ferrari, 63 anni, l’uomo con un passato come attivista tra le Brigate Rosse, che nel 2009 partecipò agli scontri scoppiati a Monza con la polizia locale durante una manifestazione contro la Croce Rossa.

Via Italia, poi Piazza Roma in un caldo pomeriggio di maggio del 2009. La cronaca del nostro servizio riassume così gli attimi più concitati “Una decina di persone, e il più anziano avrà avuto una sessantina d’anni, hanno prima lanciato dei volantini in piazza San Paolo sui quali c’erano frasi che accusavano la Croce rossa di maltrattare gli immigrati trattenuti al Corelli, da loro gestito; e poi la situazione è degenerata arrivando ad una vera e propria colluttazione. Uno dei contestatori ha sferrato un pugno a un volontario. Nel frattempo urla e grida, insulti hanno paralizzato la vita del centro di Monza”.

Venerdì il giudice monzese Pierangela Renda l’ha assolto e con lui altre quattro persone. Ferrari ha già passato 30 anni in carcere per vari reati tra i quali il sequestro del sostituto procuratore di Genova Mario Sossi, nel 1974. Il suo ultimo arresto risale allo scorso anno durante una retata contro alcuni no-Tav.

Ecco qui gli articoli del 2009 su questa vicenda:

In pieno centro a Monza aggredita la Croce Rossa

Dopo il fermo degli anarchici scoppia la polemica tra Sinistra MB e la giunta Monzese

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi