27 Febbraio 2021 Segnala una notizia

La Grande Coalizione: più professionisti per il settore delle tecnologie digitali

12 Marzo 2013

Posti di lavoro in esubero rispetto ai potenziali lavoratori. Per quanto possa risultare quasi provocatorio detto in un paese che subisce un tasso di disoccupazione di oltre il 10%, questa rischia di essere la realtà nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) in Europa.

Entro il 2015 si prospettano 900 mila nuovi posti di lavoro in questo settore, che rischiano però di rimanere scoperti. È in considerazione di queste previsioni che il 5 marzo la Commissione europea ha deciso di varare la Grande Coalizione: una partnership di diversi stakeholders che opereranno per invertire la tendenza e dare ai lavoratori i mezzi necessari per inserirsi nel settore delle TIC.

La Coalizione sarà attiva da quest’anno fino al 2015, mobilizzando le parti interessate del settore: compagnie, industrie ed associazioni TIC. Obiettivo principale sarà quello di agevolare le assunzioni, garantendo che i lavoratori possano detenere competenze sufficientemente elevate per i posti vacanti disponibili.

A questo fine e in considerazione di uno studio preliminare, la Commissione ha definito i principali freni all’ingresso dei lavoratori nel settore delle TIC. Primo fra tutti, il fatto che in pochi decidono di dedicarsi alle tecnologie. Ad aggravare la situazione è che, fra questi pochi, un numero significativo non acquisisce le capacità richieste dalle industrie o le sviluppa in maniera informale, senza alcuna certificazione riconosciuta, com’è spesso il caso per i giovani lavoratori. Un ultimo freno è la mobilità: molti potenziali professionisti non possono o non sono disposti a trasferirsi per ottenere un lavoro.

Studi come questo sono serviti alla Commissione per delineare le principali aree su cui dovrà concentrarsi la Coalizione. Un esempio concreto dei progetti promossi è lo Startup Europe, una piattaforma che mette a disposizione dei cittadini strumenti e programmi per creare nuove start-up digitali in Europa. Un altro esempio di successo promosso dall’Ue nel settore è l’Academy Cube, una nuova piattaforma di apprendimento online.

Questi progetti, così come la Grande Coalizione sono esempi concreti di come le politiche dell’Unione europea abbiano un effetto diretto sulla vita dei cittadini, ed in questo caso sul loro futuro.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi