06 Marzo 2021 Segnala una notizia

Candidati Regionali. Le risposte di Valentina Morelli (Lombardia per Ambrosoli Presidente – Patto Civico)

11 Febbraio 2013

Morelli-valentina-candidata-elezioni-regionaliPer conoscere meglio le idee dei candidati brianzoli alle prossime elezioni regionali MB News ha preparato cinque  domande. Riceviamo e pubblichiamo le risposte di Valentina Morelli, Lombardia per Ambrosoli Presidente – Patto Civico.

1) La Lombardia è considerata una delle regioni più virtuose d’Italia. Quali sono, secondo lei, i nervi scoperti della nostra regione? Citi almeno tre criticità.

Come nel resto del Paese, il primo nervo scoperto riguarda lavoro e occupazione. Troppe realtà imprenditoriali, una volta vere eccellenze del nostro territorio, oggi si vedono costrette a sospendere le attività, a cassaintegrare i lavoratori o addirittura a delocalizzare la produzione. Dobbiamo sforzarci di superare questa drammatica empasse attraverso una concertazione con le forze presenti sul nostro territorio, a partire da quelle finanziarie (per esempio, agevolando l’accesso al credito per le piccole e medie imprese).

 Secondo grave problema, il divorante consumo di suolo che sta mangiando la nostra Regione. La sfrenata speculazione edilizia non fa che incrementare lo sviluppo della criminalità organizzata nelle nostre zone, favorendo le potentissime lobby del mattone e mettendo a rischio la qualità dell’ambiente e la salute dei cittadini.

2) In caso di una sua elezione, quale sarebbe la priorità? In cosa concentrerà le energie nei primi 100 giorni?

Mi concentrerei sull’apertura di tavoli di confronto con le realtà imprenditoriali del territorio, per raggiungere nel più breve tempo possibile soluzioni concrete per l’uscita dalla crisi. Punterei soprattutto sulle PMI e su tutte quelle realtà in fase di start up che faticano a crescere senza contributi. Bisogna dare respiro al mondo dell’impresa Brianzola, motore dell’economia Lombarda.

E’ fondamentale, inoltre, mettere in atto un piano di investimenti sulla ricerca e per la crescita di tecnologia e innovazione. In questo senso, la nostra Provincia gode già di un importante patrimonio che la Regione ha il dovere di saper valorizzare. Senza innovazione e crescita tecnologica non ci può essere futuro.

3) Gli scandali che hanno travolto l’ultimo consiglio regionale sono stati numerosi e gravi. Qual è la sua ricetta per recuperare credibilità e fiducia agli occhi degli elettori? 

La situazione attuale è indecente, è inaccettabile che ci siano oltre 60 consiglieri indagati, bisogna riconsegnare la Lombardia a persone con un sincero e profondo senso civico, senza compromessi o ambizioni di potere. Credo che solo una politica trasparente e onesta possa essere il canale di diffusione delle “buone pratiche”. Oggi, più che mai, sostengo la necessità di un rinnovamento, non banalmente generazionale, ma anche di visione del futuro e concretezza delle azioni. In Lombardia, l’unico candidato presidente in grado di portare avanti questo cambiamento e garanzia di legalità è Umberto Ambrosoli, supportato dalla sua coalizione.

4) Sarebbe disposto a rinunciaere ad una parte dello stipendio per gravare meno sulle casse pubbliche? Sì, no? 

Certo. Il cambiamento parte anche e soprattutto dalle azioni concrete. Non dovrebbe esserci nemmeno il dubbio che vengano spesi soldi pubblici per affari privati.

5) L’amministrazione che si appresta a governare la Lombardia traghetterà la nostra regione verso un appuntamento storico: Expo 2015. Quale sarebbe il ruolo della Brianza in una partita così importante?

Expo è un evento che coinvolge l’intero Paese, ogni territorio è quindi chiamato a esprimere il meglio. Arriveranno oltre 20 milioni di turisti, che non si limiteranno alla visita del sito. Monza e la Brianza dispongono di un patrimonio artistico riconosciuto a livello internazionale (dalle moltissime ville storiche appartenute all’aristocrazia milanese, alla Basilica romanica di Agliate, al suggestivo Duomo di Monza). La nostra Provincia è già parte integrante di questo importante progetto, basti pensare che le famose vie d’acqua (più di 120 km di piste ciclopedonali lungo spazi verdi e corsi d’acqua) giungeranno fino al Parco di Monza e alla Villa Reale. Oltretutto, non dimentichiamo il forte apporto che le imprese locali, eccellenze dal punto di vista artigianale e del design, possono dare alla costruzione del sito di Expo2015 e dei suoi padiglioni.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi