01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Candidati Regionali. Le risposte di Maria Fiorito (Partito Democratico)

18 Febbraio 2013

Fiorito-Maria-PDPer conoscere meglio le idee dei candidati brianzoli alle prossime elezioni regionali MB News ha preparato cinque  domande. Riceviamo e pubblichiamo le risposte di Maria Fiorito, Partito Democratico.

1) La Lombardia è considerata una delle regioni più virtuose d’Italia. Quali sono, secondo lei, i nervi scoperti della nostra regione? Citi almeno tre criticità.

La spesa per il welfare sociale e socio – sanitario in Lombardia è molto ridotta rispetto ad altri settori, soprattutto a causa dei tagli che si sono susseguiti negli ultimi anni. La spesa sociale e socio – sanitaria non è mai stata considerata come una voce a cui dare risposte strutturali. Si è demandato ai Comuni , non in grado a causa dei tagli operati di garantire i servizi, e alle famiglie la gestione delle problematiche connesse alla fragilità sociale. Il servizio sanitario della Lombardia, già al centro di numerose inchieste giudiziarie – dopo la contrazione delle risorse determinate dalla spending review, il divieto di assunzione nelle strutture pubbliche e il numero limitato di prestazioni contrattate con la ASL – rischia di avviarsi verso il collasso. Le Aziende accreditate private infatti non possono più sostenere lo stesso numero di prestazioni offerte fino ad ora e il pubblico non è in grado di sostenere queste richieste aggiuntive.

2) In caso di una sua elezione, quale sarebbe la priorità? In cosa concentrerà le energie nei primi 100 giorni?

Il primo impegno come Consigliere Regionale sarà quello di sostenere senza riserve la scelta del Presidente Ambrosoli di:

– dimezzare la cifre di recente fissate dalla conferenza Stato – Regioni: massimo 3.500 euro netti al mese per i Consiglieri
– azzerare d i rimborsi
– ridurre drasticamente il numero delle Società partecipate della Regione e dei membri dei Consigli di Amministrazione.

Lavorerò inoltre occupandomi dei settori in cui ho acquisito maggiori competenze nella mia esperienza politico – amministrativa: nei primi cento giorni opererò perché il governo regionale riconduca ad un unico centro decisionale i due Assessorati alla Sanità e alla Famiglia affinché si possa con tempestività procedere alla revisione della gestione del Servizio Sanitario Regionale che preveda l’unificazione e integrazione tra sanità, sociosanitario e sociale .

3) Gli scandali che hanno travolto l’ultimo consiglio regionale sono stati numerosi e gravi. Qual è la sua ricetta per recuperare credibilità e fiducia agli occhi degli elettori?

Le centinaia di persone che ho finora incontrato hanno spesso espresso la loro sfiducia nei confronti della Politica definendoci “tutti uguali”. Io ritengo che sia necessario uno scatto d’orgoglio e di consapevolezza da parte della Politica tutta , ritengo sia giunto il momento di riappropriarsi della capacità di governo della Polis, la Politica deve tornare a tendere verso la possibilità di agire il cambiamento della Società. Io credo che per recuperare credibilità siano innanzitutto necessarie le persone : chi è chiamato ad assumere cariche istituzionali deve essere onesto, serio, competente , coerente e autentico: il suo dire deve coniugarsi al suo agire. Ritengo altresì che sia quanto mai necessaria una coesione tra le diverse forze politiche finalizzata a strutturare un’insieme di norme condivise che portino ad azzerare la corruzione e a premiare, negli incarichi pubblici, esclusivamente il merito. Penso infine che la Politica debba avere la capacità di rinnovamento: una società davvero democratica deve far sì che chi si occupa della Res Publica lo faccia per un massimo di due mandati , dopodiché ciascuno torni alla propria attività professionale lasciando spazio a nuove energie. Credo che se il prossimo Consiglio Regionale applicherà questa ricetta, nella prossima campagne elettorale l’atteggiamento dei cittadini nei confronti di noi tutti sarà ben diverso!

4) Sarebbe disposto a rinunciare ad una parte dello stipendio per gravare meno sulle casse pubbliche? Sì, no?

Assolutamente sì, negli anni in cui sono stata Vicesindaco della mia città l’ Amministrazione di cui ho fatto parte ha ridotto del 40% l’indennità di carica e la riduzione dello stipendio è nelle priorità del mio programma. Ritengo inoltre doveroso entrare nel merito del finanziamento dei Gruppi Politici; in ambito Provinciale ho fatto parte della 1^ Commissione ed ho collaborato in modo molto attivo all’elaborazione di un Regolamento, approvato poi all’unanimità, in cui sono stati stabiliti criteri molto rigidi circa l’utilizzo delle risorse pubbliche per il funzionamento dei Gruppi Consiliari. In consiglio Regionale, se mi sarà data dai cittadini, l’opportunità di farne parte agirò con la stessa determinazione.

5) L’amministrazione che si appresta a governare la Lombardia traghetterà la nostra regione verso un appuntamento storico: Expo 2015. Quale sarebbe il ruolo della Brianza in una partita così importante?

Il territorio brianzolo si caratterizza per la forte vocazione imprenditoriale. L’ Expo 2015 sarà l’occasione per la Brianza di generare opportunità per il lavoro, il turismo, le infrastrutture. La valorizzazione delle cosiddette “ville di delizia” , in continuità con la manifestazione “Ville aperte”, sarà un’occasione per valorizzare il nostro patrimonio culturale.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi