02 Marzo 2021 Segnala una notizia

Associazioni e comitati: “Stop alla furia del cemento”

10 Febbraio 2013

monza-sede-italia-nostra-conferenza-comitati-cittadini-mbUna furia cementificatrice. Così le associazioni ambientaliste e i comitati di cittadini definiscono l’operato urbanistico dell’attuale amministrazione monzese. Sabato 8 febbraio nella sede di Italia Nostra, in via Carlo Alberto, è stato indetto un incontro per spiegare le ragioni della presa di posizione e puntare il dito contro la giunta di Roberto Scanagatti colpevole, secondo gli organizatori, di avere “tradito” il programma elettorale.

Solo poche settimane fa il primo cittadino monzese e l’assessore all’Urbanistica Claudio Colombo hanno indetto una conferenza stampa ad hoc per rassicurare soprattutto le parti più sensibili della città. L’occasione, però, pare ora non aver sortito l’effetto desiderato. «A Monza una situazione tale non si è mai vista neppure con la giunta Mariani – ha spiegato Maurizio Oliva di Italia Nostra – Questa è una pessima gestione del Pgt: la giunta di Roberto Scanagatti incolpa uno strumento ma se loro ritengono che sia sovradimensionato allora perchè non lo dimezzano?»

Italia Nostra, Legambiente, Monzainbici, Ccr, Greeman, comitato per il Parco e i comitati di cittadini di via Blandoria, Sant’Albino, Guerrazzi, Monte Bianco e San Donato: queste le associazioni e i comitati che hanno deciso di mettersi di traverso. Una bella fetta di elettorato che si sente tradita dalla strategia urbanistica del nuovo governo cittadino. La goccia che ha fatto traboccare il vaso certamente il caso Esselunga: il supermercato che sorgerà in via Stucchi proprio non va giù alle associazioni. Ma non solo, gli esponenti delle associazioni sono un fiume in piena.

Associazioni e comitati chiedono che non vengano in questa fase approvati i piani attuativi ancora in corso e che venga drasticamente riconsiderato il Pii Esselunga. Auspicano, inoltre, che venga aperto in tempi brevi un confronto pubblico con la città sulle scelte che dovranno improntare il nuovo documento di piano e il piano di inquadramento dei Pii e che tutte le proposte avanzate il 4 ottobre 2012 vengano accolte nel nuovo Pgt.

oliva-maurizio- Italia Nostra mb«L’attuale maggioranza ha dato avvio fin da subito a un vero programma edificatorio. Il 25 ottobre 2012 ha adottato il Pii Esselunga approvato dal consiglio senza tenere in considerazione le osservazioni dai noi presentate di assoggettare l’intervento a una Vas – ha sottolineato Oliva – 150 mila metri cubi commerciali e terziari che sono valsi al comune 8,5milioni di euro. Il 10 dicembre poi, sempre in variante al Pgt vigente, su aree ancora libere, è stato adottato un altro piano attuativo nel quartiere Cantalupo con altri 20 mila metri cubi di residenza privata e pubblica riducendo persino le fasce cimiteriali. Solo tre giorni dopo, il 13 dicembre, è stato adottato il piano attuativo in via Adda/Sicilia Aruba, anch’esso su area libera, per un insediamento produttivo di 93mila metri cubi. Il suo iter è ancora in corso e in merito abbiamo consegnato delle osservazioni e siamo in attesa del loro esito. E ancora: il 14 dicembre è stato avviato il procedimento di verifica di assoggettabilità a Vas di un altro piano attuativo, sempre in variante al Pgt vigente, in zona piazzale Virgilio che potrebbe compromettere con altri 39mila metri cubi circa, una zona interessata, a nord, da vincoli ambientali del vialone Cesare Battisti e del Rondò dei Pini e, a sud, dal passaggio del canale Villoresi. Infine il 18 dicembre altri due piani attuativi: il primo in via S.Andrea, dove si vorrebbero realizzare 16metri cubi di residenza fissa e temporanea. Il secondo: un’area di circa 25mila metri quadrati posta sul viale delle Industrie, una ex discarica comunale, dove vorrebbero realizzare tendo strutture per veicoli in esposizione, oltre a uffici, guardiania e autolavaggio privato, tutti collocati in un ambito invece da riqualificare». Se tutto questi interventi dovessero andare in porto per le associazioni cittadine sarebbero occupate circa 80mila metri quadrati di aree ancora libere e/o agricole con edificazioni di più di 300mila metri cubi di diversa natura e funzione.

 

Nella foto: Maurizio Oliva

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi