06 Marzo 2021 Segnala una notizia

Il Monza batte il Rimini e sale sull’ottovolante

13 Gennaio 2013

calcio-monza-vs-riminiIl Monza sale sull’ottovolante e ora intende divertirsi davvero. Con il successo casalingo sul Rimini (2-1) salgono infatti a otto i risultati utili consecutivi, equamente ripartiti tra vittorie e pareggi, della squadra allenata da Tonino Asta. A causa dei 6 punti di penalizzazione, inflitti alla società per varie vicende, i play-off sono ancora lontani, ma il ritmo preso dalla compagine biancorossa è quello giusto.

Basterebbe l’acquisto di un “bomber” al mercato di riparazione invernale per essere giustamente ambiziosi. Ma sarà difficile che qualcuno accontenti l’ex tecnico della Primavera del Torino. La Commissione di vigilanza sulle società di calcio professionistiche, in seguito all’ispezione eseguita lo scorso dicembre, ha infatti vietato al Monza di ingaggiare nuovi giocatori per via della precaria situazione economica. In pratica, il “fair-play finanziario” della Lega Pro impone al club di via Ragazzi del ’99 di non spendere più di quanto ricavato: insomma, gli unici soldi che potranno uscire dalle casse nel mercato invernale, che terminerà il 31 gennaio, saranno quelli accantonati per eventuali cessioni. La parola d’ordine, dunque, è “sfoltire”. E difatti già ieri la società ha comunicato che il difensore svizzero Mattia Desole è rientrato per fine prestito al Milan, che l’ha girato al Foligno. A proposito dei punti di penalizzazione, invece, nei giorni scorsi è stato respinto il ricorso del Monza avverso la decisione dello scorso dicembre di infliggergli 2 punti per il mancato pagamento nei termini stabiliti degli stipendi di luglio e agosto.

Tornando al campo, l’unico luogo che regala soddisfazioni alla tifoseria brianzola, la partita contro il Rimini ha mostrato una squadra bloccata, anche a causa delle brutte condizioni del terreno del Brianteo, nel primo tempo, ma lucida e determinata nella ripresa. Ciò significa che tutte le parti tecniche, dai giocatori all’allenatore per arrivare al preparatore atletico, hanno dato il massimo. Sembra una cosa ovvia, ma nei tre anni precedenti abbiamo visto che non è così… Asta ha avuto tutti i giocatori disponibili, fatta eccezione per Grauso, infortunatosi sette giorni prima nel match di Portomaggiore, Miello, convalescente dall’operazione al crociato, e Nitride, vittima in settimana di una contrattura. A centrocampo spazio, dunque, al giovanissimo Morao, mentre in attacco Puccio è stato confermato come centravanti “finto”.

Al 5’ e al 6’ il Monza illude il pubblico con due occasionissime capitate sui piedi di Gasbarroni: in entrambi i casi Scotti respinge le conclusioni anche se aiutato nella prima situazione da un cincischio del numero 10 biancorosso. Al 17’ il Rimini prova a far male con un calcio di punizione di Taddei, che però finisce calcio-monza-valagussa-franchinoa lato. Al 28’, comunque, gli ospiti passano in vantaggio: Taddei batte un corner dalla destra, Puccio rinvia male di testa mandando a farfalle Castelli, che viene battuto da Rosini a un passo dalla linea di porta. Il Monza non reagisce e i romagnoli tengono palla. Al 42’ Gasbarroni viene ammonito per una presunta simulazione di fallo: essendo diffidato, salterà la difficile trasferta di Bassano del Grappa. Al 45’ e al 47’ Scotti mostra meglio le sue qualità deviando bellamente un tiro di Gasbarroni dal limite e un colpo di testa di Polenghi. A inizio ripresa gli ultras espongono lo striscione recante la scritta “CrediamoC1” e i loro beniamini lo fanno proprio. Già al 6’ Gasbarroni segna da due passi, ma l’arbitro annulla per un presunto fuorigioco. 5’ più tardi, però, il fantasista regala al pubblico quella che forse è la più bella rete mai segnata al Brianteo: parte palla al piede poco oltre la linea di centrocampo e dopo aver triangolato con Puccio dribbla cinque avversari prima di toccare di esterno destro a cercare e trovare l’angolino opposto della porta. I 500 fedelissimi presenti allo stadio scattano in piedi e omaggiano il fuoriclasse (per la categoria) di una “standing ovation”. Entra Finotto per Morao e al 22’ Gasbarroni prova a raddoppiare ma calcia debolmente, mentre al 24’ è Taddei con un insidioso sinistro a sfiorare l’incrocio dei pali. Al 31’ Palazzi crossa dalla destra e sotto porta Maio di tacco tenta di beffare Castelli, che però non abbocca. Laraia rileva Puccio e spreca due ghiotte opportunità al 37’ e al 45’, inframmezzate da un’occasione fallita dai romagnoli al 41’ da Taddei, che a porta vuota non trova lo specchio. Quando mancano 2’ al triplice fischio il Monza acciuffa la vittoria, peraltro meritata: Gasbarroni batte un corner dalla sinistra, Finotto spizza di testa e sul secondo palo irrompe Valagussa che insacca. È il tripudio.

calcio-monza-asta In sala stampa Asta sprizza felicità dalle pupille: “L’anno è iniziato bene, con due vittorie. Oggi, dopo lo 0-1, i ragazzi hanno mostrato voglia di riprendere la gara e alla fine hanno vinto meritatamente. Nel primo tempo hanno patito nelle zone centrali del campo, mentre nella ripresa hanno aggredito alti gli avversari. Morao? Ha giocato bene. Il gol di Gasbarroni? Non vedo l’ora di rivederlo… Peccato che sia stato ancora una volta ammonito per aver subito un fallo: c’è qualcosa che non quadra. Evidentemente qualcuno si sente protagonista solo se lo ammonisce. Beh, adesso basta!”. Gabriele Franchino fa il suo esordio nella sala stampa del Brianteo: “Abbiamo vinto una partita incredibile contro una squadra molto più forte di quanto dica la classifica. All’intervallo ci siamo detti: ‘Lottiamo coi denti’. E ce l’abbiamo fatta a rimontare. Il nostro è un gruppo che si merita tanto. Voglio fare i complimenti a Morao”. Com’è maturato l’accordo col Monza? “Con l’introduzione della ‘regola degli under’ è più difficile trovare squadra. Quando Asta mi ha chiamato ho accettato subito”. Paolo Valagussa ha segnato la seconda rete in due partite… “L’importante sono i 3 punti anche se il gol da morale. Adesso abbiamo cinque partite fondamentali, da non perdere. Morao come Valagussa un anno e mezzo fa? Sì, infatti prima della partita gli ho detto di star tranquillo: l’esordio da titolare è sempre un po’ particolare”.

{xtypo_rounded2}MONZA BRIANZA-RIMINI 2-1 (0-1)

MONZA BRIANZA (4-3-2-1): Castelli; Franchino, Polenghi, Cattaneo, Anghileri; Valagussa, Calliari, Morao (13’ s.t. Finotto); Vita, Gasbarroni; Puccio (35’ s.t. Laraia). A disposizione: Pazzagli, Giorgi, Franchini, Fronda, Ravasi. All.: Asta.

RIMINI (5-3-2): Scotti; Palazzi, Brighi A., Rosini, Vittori, Baldazzi (32’ s.t. Gasperoni); Spighi, Maita (24’ s.t. Onescu), Brighi M.; Maio (39’ s.t. Zanigni), Taddei. A disposizione: Semprini, Mandorlini, Valeriani, Marras. All.: D’Angelo.

ARBITRO: Todaro di Palermo.

MARCATORI: 28’ p.t. Rosini, 11’ s.t. Gasbarroni, 47’ s.t. Valagussa.

NOTE: calci d’angolo 8-8; ammoniti Gasbarroni, Anghileri, Polenghi, Maita e Onescu; recupero 2′ e 4′; spettatori paganti 146 per un incasso di 1718 euro, abbonati circa 300.{/xtypo_rounded2}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi