02 Marzo 2021 Segnala una notizia

Giornata di mobilitazione delle pmi. Gli imprenditori strozzati dalle tasse chiedono futuro

29 Gennaio 2013

giornata-mobilitazione-pmi-relatoriFuori nevica ma in sala gli animi si surriscaldano. Clima (non meteorologico) rovente quello che si percepiva lunedì a Monza durante la giornata di mobilitazione delle piccole e medie imprese, promossa a livello locale da APA Confartigianato e Confcommercio, entrambe aderenti a Rete Imprese Italia.

Una manifestazione indetta con l’obiettivo di far sentire le ragioni delle PMI alla politica e ai candidati a governare il Paese e la Regione.

Protagonisti al salotto dei relatori i Presidenti di APA Confartigianato Imprese e Confcommercio della provincia di Monza Giovanni Barzaghi e Giuseppe Meregalli. Quattro gli interlocutori politici: i candidati regionali Enrico Brambilla (PD), Stefano Carugo (PDL), Luigi Paganelli (Lista Monti) e Massimiliano Romeo (Lega Nord). Un agone aspro per i rappresentanti dei partiti che hanno dovuto sostenere il fuoco incrociato dei vertici delle Associazioni e degli stessi imprenditori, intervenuti dalla sala senza risparmiare toni duri.

«In Italia chiudono 1000 aziende al giorno – è il grido lanciato dal Presidente di Rete Imprese Carlo Sangalli – è questo il senso della nostra mobilitazione, chiedere un futuro per le imprese, perché senza impresa non c’è speranza per il Paese».

Giornata-mobilitazione-pmi-pubblico«Siamo qui per reclamare un atto di fedeltà della politica alle esigenze dei piccoli, in particolare contro una burocrazia stupida che imbriglia e rischia di innescare una catena pericolosa ai bordi della legalità – spiega Giuseppe Meregalli per l’Unione Commercianti – Chiedo agli imprenditori brianzoli di essere forti e di persistere nella convinzione che solo nella legalità si può crescere e migliorare».

«Il dramma è il livello di tassazione che abbiamo raggiunto ormai da troppi anni, siamo al massimo sopportabile. Non è possibile concepire il capannone o il laboratorio artigiano come un patrimonio da prosciugare con l’IMU, perché è lo strumento con cui produciamo e diamo lavoro ai nostri collaboratori – tuona Giovanni Barzaghi per APA Confartigianato – Inoltre è essenziale intervenire sulla questione della concessione del credito agli imprenditori che, pur avendo alle spalle storie solide e di prestiti sempre onorati, vedono bloccati i propri conti per cifre irrisorie. Sono scelte assurde che non permettono la programmazione e i necessari investimenti in capitale umano e innovazione».

Se per gli artigiani la questione nodale è quella dei ritardi di pagamento della PA e per i commercianti la proliferazione dei centri commerciali e gli orari di apertura selvaggi, trasversale è la preoccupazione per l’Expo 2015. Su questo tema, forte è salita dalla sala la richiesta che le grandi imprese non assorbano la totalità degli appalti e che la manifestazione sia l’occasione per il tanto agognato potenziamento delle infrastrutture che collegano Monza e la Brianza a Milano.

«Qui si gioca la rinnovata credibilità della politica – chiosa Sangalli – Chiediamo che si faccia finalmente una scelta di campo: che si affronti la sfida della crescita e del futuro dalla parte dell’economia reale, dell’impresa e del lavoro perché con il solo rigore non si va lontano».

{jwpics 3933,3934,3935,3936,3937,3940,3941;5;1}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi