08 Marzo 2021 Segnala una notizia

Giallo di Vimercate, attesi i risultati su pc e oggetti del maggiordomo

6 Gennaio 2013

vimercate-omicidio-via-adige-mb7E’ tornato al suo paese, lontano dalla villetta degli orrori di via Adige a Vimercate, dove fu proprio lui a trovare cadaveri Antonio Campanini e la convivente Azucena Moreno Laino, anziana coppia trucidata con svariati colpi alla testa, di cui era il badante. Rajiap Abdykalukov, 50enne dagli occhi di ghiaccio originario del Kirghizistan, dove ha fatto ritorno poche settimane dopo la morte dei suoi datori di lavoro, attualmente è l’unico soggetto su cui aleggiano i sospetti degli investigatori che, dal gennaio 2011 indagano sull’omicidio della coppia di Vimercate.

Era il pomeriggio del 4 gennaio di un anno fa quando Rajap telefonò alla segretaria del suo assistito per farsi aprire il garage ed accedera alla villetta di Campanini, la cui porta era chiusa dall’interno, perchè non riusciva a mettersi in contatto con lui. Fu sempre Rajap a telefonare al 112 ed i familiari di Campanini, per dare la notizia della sua morte e di quella della compagna Azucena, trovati in un lago di sangue nel salotto della loro villetta. Campanini, ingegnere edile molto conosciuto nella sua zona, descritto come un uomo dal carattere duro, ma senza nessun apparente scheletro nell’armadio, secondo quanto ricostruito dalla Procura di Monza e dai carabinieri che indagano sul duplice omicidio, stava per risposarsi con Azucena, sua compagna da svariati anni. I figli dell’81enne, quasi tutti residenti in altre città e con i quali non vi era un rapporto di frequentazione assidua, non hanno saputo dare alcun indizio rilevante per la ricerca di possibili moventi all’atroce delitto del loro genitore, di fatto gran lavoratore e con la passione per il ballo da sala. Ad avere completo accesso all’abitazione della coppia, di fatto, era proprio il badante kirghiso, e la sua posizione è per atto dovuto divenuta oggetto di accertamenti.

Nel corso di questo primo anno di indagini, coordinate dal Pm Vincenzo Nicolini e svolte dal Nucleo Investigativo dei carabinieri di Monza e dai colleghi della compagnia di Vimercate, tutti gli effetti personali di Rajap utili alle indagini, sono stati sequestrati, compreso il suo personal computer, e sottoposti ad accertamenti. Ancora nessuna novità invece sull’arma del delitto, un corpo contundente di non chiara provenienza, con cui i due anziani sono stati colpiti più volte alla testa, mentre erano in poltrona davanti alla televisione.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi