07 Marzo 2021 Segnala una notizia

Provincia Monza e Brianza, il futuro sarà battuto all’asta per le azioni Sea

20 Dicembre 2012

Monza-sede-Provincia-MBNon finiscono proprio mai i guai per la Provincia di Monza e Brianza. Dopo essere riuscita a sfuggire ai colpi di forbice del governo Monti, il presidente di palazzo Grossi, Dario Allevi, ha spiegato senza tanti giri di parole che se il prossimo 27 dicembre la vendita delle azioni Sea non dovesse andare in porto, la Provincia rischia il dissesto.

In altre parole, il patto di stabilità verrebbe violato, con tutto quello che ne consegue in termini di sanzioni e multe, e l’orizzonte finanziario del 2013 sarebbe alquanto fosco.

La criticità della situazione è emersa mercoledì mattina nel corso del tradizionale brindisi natalizio. Allevi prima degli auguri ha riassunto questi ultimi mesi di vita amministrativa e politica. Fra il decreto Monti e l’accorpamento della Provincia di Monza all’area metropolitana di Milano e i contini tagli ai trasferimenti statali, il 2012 è stato un anno decisamente difficile.

L’unica via d’uscita dall’impasse economico che sta attanagliando molto enti locali è ovviamente quello di vendere i gioielli di famiglia, vale a dire gli immobili di proprietà. La Provincia di Monza lo ha fatto. O meglio, ci ha provato, senza però riuscirci per colpa di un mercato immobiliare completamente fermo. Così, l’unica speranza è di monetizzare Sea. La prima asta, però, non ha avuto successo. La seconda, in programma il 27, è dunque l’ultima spiaggia, dopo la quale c’è un vero e proprio rischio di «fallimento».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi