09 Marzo 2021 Segnala una notizia

Provincia, l’autonomia resiste sul filo di lana

18 Dicembre 2012

Monza-sede-Provincia-MBPotrebbero non essere finiti i rischi per la Provincia di Monza. Pochi giorni fa, dopo avere appreso che a Roma erano saltati i tempi tecnici per convertire in legge in decreto di riordino degli enti provinciali, a palazzo Grossi avevano tirato tutti un sospiro di sollievo: la Provincia non verrà cancellata e tanto meno verrà accorpata all’Area metropolitana di Milano.

Fine di ogni patema d’animo. L’autonomia della Brianza è salva. Invece, no. Perché secondo alcune indiscrezioni si starebbe veleggiando verso un congelamento di un anno del decreto che equivarrebbe a tenere una Spada di Damocle sospesa sulla testa della Brianza per tutti i prossimi 12 mesi.

 

La Provincia non ancora salva. Il passaggio che sta mettendo a repentaglio la presenza di un ente intermedio anche in Brianza è un emendamento alla legge di Stabilità, che prorogherebbe di 12 mesi l’entrata in vigore delle disposizioni. La voce di questo provvedimento ovviamente ha fatto il giro degli ambienti politici in pochi istanti e in diversi hanno già annunciato di essere pronti a salire nuovamente sulle barricate.

 

La paura è quella di un blitz che in maniera più o meno improvvisa ribalti nuovamente la situazione. Il problema è che se passasse l’emendamento, tutto slitterebbe a fine 2013, a brevissima distanza dalla scadenza del mandato della giunta Provinciale (2014), il che comporterebbe la necessità di adeguarsi al volo alle nuove disposizioni.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi