24 Novembre 2020 Segnala una notizia

Primi spiragli in Henkel: dalla trattativa 11 ricollocati

19 Dicembre 2012

mezzago-henkel-sindacoPiccolo passo avanti fra la dirigenza della Henkel e i sindacati, dopo che l’azienda lo scorso 30 novembre ha comunicato che entro fine 2013 chiuderà il sito produttivo di Mezzago dove attualmente lavorano 75 addetti.

Dopo l’incontro di settimana scorsa in Assolombarda, la proprietà ha fatto sapere di essere disponibile a ricollocare 11 dipendenti nella sedi di Lomazzo, Zingonia e Casarile.

Questo  spiraglio è quindi la dimostrazione che alcuni passi in avanti sono possibili: fra questi si è parlato anche di prepensionamento di alcuni addetti, ma il numero e chi sarà interessato, sono ancora rimasti segreti.

Lunedì 1200 lavoratori della Henkel provenienti dalle diverse sedi che il gruppo ha in Italia, hanno manifestato a Milano per dimostrare la loro solidarietà verso i colleghi di Mezzago, che come già raccontato, hanno saputo da un giorno all’altro che l’azienda avrebbe fermato la produzione entro giugno 2013 e avrebbe svuotato i propri magazzini entro il dicembre dello stesso anno.

Per tutti gli altri 64 dipendenti se ne riparlerà a gennaio, quando le parti torneranno ad incontrarsi: la trattativa ripartirà dalla concessione degli ammortizzatori sociali, che potranno, almeno in parte, rendere meno doloroso l’abbandono del posto di lavoro.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi