05 Marzo 2021 Segnala una notizia

Istituzioni e no profit a fianco delle donne vittime di violenza

21 Dicembre 2012

Via libera all’unanimità dalla Commissione consiliare Sanità e assistenza, presieduta da Sante Zuffada (PdL), al documento che regolamenta il funzionamento e la composizione del Tavolo permanente per la prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne, denominato Tavolo regionale antiviolenza.

Il documento torna ora all’esame delle Giunta regionale per l’attuazione definitiva.

L’organismo, istituito per la prima volta in Regione Lombardia con la legge regionale n.11/2012, “Interventi di prevenzione, contrasto e sostegno a favore delle donne vittime di violenza”, (art. 5, comma 3), sarà la sede permanente di interlocuzione tra Regione Lombardia e i soggetti che operano sul territorio regionale per contrastare il fenomeno della violenza nei confronti delle donne.

Tra le sue finalità, come illustrato dal consigliere Gianmarco Longoni (Lega Nord) l’integrazione degli interventi sanitari e socio-sanitari con le diverse sfaccettature del fenomeno della violenza alle donne: dall’educazione, alla formazione degli operatori, dalle problematiche del lavoro a quelle della casa. Dovrà, inoltre, provvedere alla programmazione, al monitoraggio e alla valutazione degli interventi regionali, previsti dalla legge.

Costituito da 24 componenti, metà rappresentanti delle istituzioni e metà tra soggetti e associazioni no profit, avrà tra i suoi compiti quello di definire le linee programmatiche e di azione del Piano regionale quadriennale antiviolenza, oltre che gli interventi di sensibilizzazione e prevenzione, e i criteri e le modalità per la costituzione della Rete Regionale antiviolenza.

Il Tavolo regionale antiviolenza è convocato almeno tre volte l’anno e qualora pervenga richiesta motivata da almeno il 30% dei componenti. Il Tavolo è presieduto dall’assessore competente per materia e coadiuvato dal rappresentante della Giunta competente per le Pari opportunità.

Approvata anche una raccomandazione bipartisan in cui, in particolare, si invita la Giunta regionale nella fase di avvio della legge regionale sulla violenza alle donne di considerare prioritariamente, nell’ambito dei criteri di composizione del Tavolo regionale

antiviolenza, la significativa esperienza pluriennale, valutabile e riconoscibile, maturata dalle associazioni, comprese quelle di modeste dimensioni, nel campo del contrasto alla violenza di genere e di prevedere per l’anno 2013 uno stanziamento di risorse finanziarie in misura nettamente superiore rispetto allo stanziamento previsto per l’anno 2012 – pari a un milione di euro – al fine di garantire la realizzazione degli interventi previste dalla legge. Soddisfazione per la conclusione dell’iter è stata espressa anche da Sara Valmaggi (PD).

 

fonte: ufficio stampa Consiglio Regionale della Lombardia

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi