26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Frisi: finita l’occupazione. Studenti incontrano politici

14 Dicembre 2012

frisi-occupato-striscioneSi è conclusa alle 19.30 di giovedì 13 dicembre, l’occupazione del liceo scientifico Paolo Frisi. Un pacifico braccio di ferro durato tutta la giornata che ha visto la partecipazione di oltre 450 studenti. La mancanza di fondi economici e le condizioni dell’istituto fatiscenti sono state le principali problematiche messe in evidenza dai ragazzi.

Portscanagatti-roberto-sindaco-monza-mezzo-busto-mbe rotte, finestre pericolose e non più a norma, la biblioteca chiusa da circa un anno per mancata presenza del personale bibliotecario e una delle due palestre non agibile, sono finite poi questa mattina sul tavolo della discussione che ha visto protagonisti i rappresenti di classe, il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, e l’assessore all’Istruzione, Rosario Montalbano.

«Quando c’è un disagio così diffuso, che non riguarda solo il liceo Frisi ma anche altri istituti della nostra città, bisogna ascoltarlo e cominciare a dare delle risposte – ha spiegato Scanagatti – E’ necessario sottolineare che parliamo di competenze che riguardano, più che il comune, la Provincia di Monza e Brianza. Voi, però siete cittadini monzesi o che gravitano a Monza, ed è un mio preciso compito ascoltarvi».

«Con il nostro gesto abbiamo voluto dire no alle politiche di austerità che non hanno come Montalbano-Rosario-assessore istruzione-monza-mbpriorità l’istruzione e la formazione delle nuove generazioni – hanno spiegato gli studenti al sindaco – La Provincia ci ha negato uno stanziamento di oltre 2 milione di euro in seguito a un contenzioso con Milano che ha preferito investirli nell’acquisizione della nuova sede provinciale. Non vogliamo che si apra uno scontro tra il Comune e la Provincia, chiediamo solo che ci vengano date delle risposte». Gli studenti hanno poi consegnato al sindaco un dossier con tanto di fotografie sulle condizioni edilizie del Frisi.

«Come assessore posso assicurare agli studenti la massima disponibilità all’ascolto così come a rendermi portavoce delle loro idee anche in aula consiliare. – ha spiegato l’assessore Montalbano – E’ un vostro diritto vivere il futuro come una speranza e non come una minaccia sempre, però, nel pieno rispetto delle regole».

meroni-fabio-ass-prov-ediliziaI rappresentanti di classe hanno poi incontrato Fabio Meroni, assessore provinciale all’Edilizia scolastica, e rivolto a lui le medesime domande e perplessità. «I tagli economici contestati dai ragazzi non sono certo a noi imputabili: il bilancio parla chiaro. Il patto di stabilità ci impone delle scelte, abbiamo dovuto dare la priorità a dei progetti che non potevano essere ulteriormente rimandati come: l’acquisizione della sede della Provincia, la metrotranvia che collegherà la Brianza con il capoluogo lombardo, e lo svincolo di Marcantone. Entro il 28 dicembre Milano ha messo in vendita le azioni Sea e da questa operazione, se tutto andasse in porto, si dovrebbero ottenere circa 30 milioni di euro. Di questi un terzo andrà destinato all’edilizia scolastica e al patrimonio: 1milione e 500mila euro serviranno a completare i lavori nella sede provinciale, 2milioni e 300mila saranno invece destinati al Frisi. Da parte nostra c’è tutta la volontà a voler riconfermare l’impegno economico preso nel 2013. Il condizionale, dati i tempi, resta comunque d’obbligo».

Foto: dall’alto, il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, l’assessore all’Istruzione, Rosario Montalbano, Fabio Meroni, assessore provinciale all’Edilizia scolastica

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi