07 Marzo 2021 Segnala una notizia

“Paghino i responsabili, non noi i danni del forno!”

7 Dicembre 2012

desio-forno-protesta-mb“Danni da pagare? Li paghino i sindaci che hanno creduto alla favola del nuovo inceneritore”. Gianmarco Corbetta, ormai storico portavoce del Comitato per l’alternativa al Forno di Desio, sbotta contro chi ha sempre caldeggiato negli ultimi anni l’ipotesi di raddoppio dell’impianto di via Agnesi. Una ipotesi che sembrava cestinata per sempre e invece è riemersa nei giorni, scorsi, a sorpresa, tanto da finire all’ordine del giorno della prossima assemblea dei soci, fissata per martedì 11.

“E’ assolutamente irrealistica l’ipotesi di ritorno al progetto di realizzazione del nuovo impianto, non fosse altro per il fatto che già oggi in Lombardia c’è una sovracapacità di incenerimento che ha portato all’abbandono del progetto di costruzione di un nuovo inceneritore in Provincia di Milano (quello famigerato che doveva sorgere nel Parco Sud) – spiega Corbetta -. Un nuovo inceneritore a Desio da 170 mila tonnellate non avrebbe di che bruciare e non starebbe in piedi sul piano economico/finanziario. Se ci saranno delle penali da pagare, sarebbe bello che le pagassero tutti quei sindaci che negli anni scorsi hanno creduto, senza un minimo di spirito critico, a chi gli propinava la favoletta del nuovo inceneritore”. L’Unieco, infatti, che si era aggiudicata la gara per il raddoppio è pronta a richiedere il maxi risarcimento, come ha fatto intendere chiaramente nella lettera inviata qualche settimana fa al presidente di Bea Alcide Copreni.

“La speranza – prosegue Corbetta – è che i nostri amministratori traggano lezione dagli errori del passato: invece di dismettere un impianto vecchio e inutile, stanno assecondando la volontà di Bea di rinnovarlo per partecipare alla folle corsa all’accaparramento dei rifiuti in giro per la Lombardia. Stanno passando dalla padella del nuovo inceneritore alla brace del revamping del vecchio impianto… e come sempre a pagarne le conseguenze saranno i cittadini”. Cittadini, desiani ma anche dei comuni limitrofi, che sono rimasti increduli, di fronte alle ultime novità. E sono pronti a farsi sentire in massa sulla questione.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi