26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Correzzana, raccolta firme contro la Harlan

10 Dicembre 2012

harlanBlocchiamo Harlan. Così l’associazione animalista Freccia 45 ha deciso di lanciare la petizione per non rinnovare l’autorizzazione alla Harlan di Correzzana, multinazionale delle sperimentazioni sugli animali. La raccoìta firme scadrà nella prima metà di gennaio, ma in poche settimane ne sono già state raccolte oltre 13mila. L’obiettivo minimo da raggiungere per la petizione è quota 15mila. Praticamente nulla.

Dopo le imponenti manifestazioni degli scorsi mesi, ora gli animalisti, grazie alla spinta di Freccia 45, hanno impugnato carta e penna. A metà novembre è stata avviata la campagna per la raccolta firme, da presentare al Ministero della Salute in una data compresa tra il 14 ed il 17 gennaio. Ogni anno infatti lo Stato concede un’autorizzazione alla multinazionale Harlan per importare animali da vivisezione. L’autorizzazione scade il 31 gennaio prossimo, e dall’associazione sperano di poter porre fine alla sperimentazione sugli animali.

La raccolta firme, grazie anche al passaparola sui social network, è andata di gran carriera. Tredicimila firme in tre settimane, con obiettivo fissato a 15mila. I numeri per fare pressioni sul Ministero ci sono tutti, intanto sul web il fronte anti-vivisezione è più fervente che mai.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi