02 Marzo 2021 Segnala una notizia

Confermata l’importanza fondamentale dei partenariati tra scuole di paesi diversi

26 Dicembre 2012

Un recente studio riguardante i programmi di gemellaggio tra scuole di diversi paesi ha confermato la loro funzione strategica per il miglioramento delle abilità sia dei discenti sia dei docenti coinvolti. Lo studio, affidatpo dalla Commissione europea al Gesellschaft für Empirische Studien di Kassel, in Germania, si è focalizzato sull’impatto di Comenius, il programma di scambi promosso dall’Unione. La ricerca ha coinvolto 50 scuole di 15 diversi paesi europei che hanno ricevuto tra il 2009 e il 2011 dei finanziamenti nell’ambito del programma, analizzandone gli effetti su studenti, insegnanti e istituti scolastici.

Il progetto Comenius, attivo dal 1995, rappresenta l’equivalente dell’Erasmus per tutti i livelli di istruzione scolastica, dalla scuola materna alla scuola secondaria. I partenariati scolastici finanziati da Comenius si sviluppano attraverso l’elaborazione di un progetto biennale comune ad almeno due scuole di paesi europei diversi, con il fine di implementare scambi e innovazioni per il miglioramento dell’insegnamento. L’ambito delle iniziative varia a seconda dei particolari interessi degli allievi, delle novità del mondo della didattica o degli obiettivi definiti dagli istituti scolastici. Dal 2007 a oggi l’Unione europea ha finanziato oltre 7000 programmi nell’ambito di Comenius, coinvolgendo in media cinque scuole per programma. I 120 milioni di euro annui che finanziano questi progetti permettono a più di 130000 studenti e insegnanti di visitare le scuole gemellate e prendere parte ad attività locali.

 

Lo studio dell’associazione tedesca ha dimostrato empiricamente che grazie a questi partenariati gli studenti, soprattutto quelli provenienti dalla scuola secondaria, riescono a migliorare notevolmente le proprie abilità non solo in ambito sociale e formativo, ma anche nel campo dell’informatica e delle lingue straniere. Il 70% delle scuole esaminate ha dichiarato che i progetti di gemellaggio hanno avuto un forte impatto sulla sensibilità e sullo sviluppo culturale dei propri allievi. La ricerca ha inoltre evidenziato gli importanti benefici portati dai programmi di scambio agli insegnanti e di conseguenza alle istituzioni scolastiche, grazie alla conoscenza di organizzazioni e sistemi educativi locali differenti. Due terzi delle scuole interpellate hanno dichiarato, grazie alla partecipazione a Comenius, di avere migliorato la loro immagine e di avere rafforzato la loro dimensione europea. Per molte scuole ubicate in zone periferiche i partenariati finanziati dall’Unione sono un’opportunità assolutamente unica tanto per gli alunni quanto per i docenti per prendere parte a un progetto all’estero. L’85% delle scuole intervistate ha dichiarato l’intenzione di richiedere un finanziamento per ulteriori gemellaggi futuri.

 

A proposito degli ottimi risultati riportati dal programma Comenius, Androulla Vassiliou, commissario eruopeo responsabile per l’istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha dichiarato: “I partenariati tra scuole consentono ai giovani di acquisire le abilità e competenze di base necessarie per lo sviluppo personale, il futuro lavoro e la cittadinanza attiva. Comenius aiuta anche gli studenti e il personale delle scuole a conoscere diverse culture e lingue europee. Questi partenariati continueranno a ricevere nel 2014-2020 un sostegno nell’ambito del nostro nuovo programma Erasmus per tutti”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi