25 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Associazioni e comitati cittadini contro Esselunga: “Una delusione”

20 Dicembre 2012

esselunga1Dopo le polemiche insorte in Consiglio comunale, e sfociate nell’approvazione del progetto, l’operazione Esselunga continua a far discutere. Le associazioni ambientaliste e i comitati di cittadini, anima della protesta contro la variante al Pgt della precedente giunta Pdl-Lega, hanno preso posizione contro il nuovo supermercato che sorgerà in via Stucchi.

 

oliva-maurizio- Italia Nostra mbLe associazioni ambientaliste e i comitati di cittadini. “Non approvate il Piano Integrato di Intervento Esselunga” : questo è quanto recita a caratteri cubitali il volantino di protesta distribuito in aula ai consiglieri presenti.

«Sviluppare progetti e indirizzare la vita della città sono azioni che impongono la partecipazione attiva del soggetti interessati: i cittadini. Nel caso del Pii Esselunga la voce dei monzesi non è stata ancora presa in seria considerazione. – spiega il coordinamento delle associazioni dei comitati e dei cittadini composto da Italia Nostra, Legambiente, Monzainbici, Ccr, Greeman, comitato per il Parco e i comitati di cittadini di via Blandoria, Sant’Albino, Guerrazzi, Monte Bianco e San Donato. – Ma non si doveva limitare il consumo di suolo? Non si dovevano recuperare le aree dismesse? Ci sarà sempre un patto di stabilità da rispettare, un’emergenza sociale da gestire, un debito politico da onorare. I cittadini elettori sono testimoni e memoria degli impegni presi ma soprattutto di quelli disattesi. Per noi è stata una delusione».

 

L’Unione dei Commercianti. Ad unirsi al coro di protesta anche l’Unione dei Commercianti che, attraverso una nota stampa, ha definito l’approvazione del progetto un “pacco di Natale” che il Comune fa ai commercianti. «Una beffa per i negozianti monzesi che certamente, in questo momento, avrebbero bisogno di rassicurazioni per il futuro del loro lavoro. – si legge – L’accordo con Esselunga prevede, inoltre, “l’elargizione” al Comune di 8,5 milioni di euro che la nostra Associazione ha chiesto, inascoltata, di investire, almeno parzialmente, nei negozi di vicinato attraverso il Distretto del Commercio, il sostegno alle Reti d’Impresa e in opere di riqualificazione e sviluppo dei quartieri periferici. Questa somma tornerà, invece, ad Esselunga attraverso la costruzione di opere finalizzate ad agevolare l’accesso al supermercato». L’Unione dei commercianti sottolinea come la questione non sia da definirsi conclusa: «i nostri Uffici Tecnici stanno ancora studiano la documentazione; può darsi che tra le pieghe del provvedimento si trovi un appiglio che apra la strada ad osservazioni di natura giuridica. In quest’ultimo caso, gli 8,5 milioni di euro, che saranno depositati nelle casse dell’Amministrazione Comunale entro la fine dell’anno, rischiano di non poter essere utilizzati per molto tempo».

 

scanagatti-roberto-sindaco-monza-mezzo-busto-mbIl sindaco di Monza Roberto Scanagatti. «Voglio rassicurare tutti e anche i commercianti: con gli oneri di urbanizzazione che il comune incasserà nell’ambito del PII Esselunga, riqualificheremo via Lecco e il quartiere Libertà, predisponendo anche interventi utili ai negozi di vicinato, come per altro richiesto dal consiglio comunale. Diversa è la questione degli 8,5 milioni che il comune riceverà sempre nell’ambito della stessa operazione che per legge potranno essere destinati solo a interventi viabilistici in viale Stucchi. Devo dire che la presa di posizione dell’Unione dei commercianti mi ha un po’ stupito perché mi sembra che in questi mesi il dialogo e il confronto anche costruttivo non si sia mai interrotto. Per quel che riguarda poi l’annuncio di un possibile ricorso al Tar se vi fossero stati dei rilievi credo che avrebbero potuto presentarli sotto forma di osservazioni.

Il comune è più che disponibile a valutare idee e proposte che le associazioni di categoria vorranno presentare al riguardo. Grazie all’operazione riusciremo a riqualificare via Lecco, creando una nuova piazza, un parcheggio interrato, alloggi a canone moderato per i giovani e a mantenere un presidio di vendita alimentare. Credo che tutto ciò potrà costituire la migliore condizione per l’insediamento di altri negozi di vicinato rendendo il quartiere più vivibile».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi