06 Marzo 2021 Segnala una notizia

«Porta un fiore per Lea Garofalo». Monza la ricorda

24 Novembre 2012

targa-leo-garofalo-monza-mbUn funerale di Stato. Questo si potrebbe auspicare se i resti trovati in queste settimane in un campo brianzolo, fossero realmente quelli di Lea Garofalo, 40enne martire per la sua lotta alla mafia, commemorata sabato pomeriggio a San Fruttuoso.

“Un fiore per Lea”, la commemorazione organizzata da “Libera” in via Marelli a Monza, ha visto molte donne sfilare, tra circa un centinaio di presenti, accorsi a commemorare una donna che, per sua figlia, ha lasciato e denunciato il suo ex, appartenente all’Ndrangheta. La sua storia, fatta di fughe e amore per Denise, oggi 21 anni, e conclusasi con una notte di torture e un colpo alla testa, per mano di Carlo Cosco, padre di sua figlia, e di altre cinque persone, commuove sempre. Fa piangere. Nonostante gli ergastoli dei suoi aguzzini, nonostante Lea sia divenuta, suo malgrado, simbolo della ribellione alla malavita organizzata, ascoltare il racconto della sua vita è sempre forte. Alla vigilia della giornata nazionale contro la violenza sulle donne, resta la speranza che gli assassini di Lea, la mafia codarda, non abbia davvero sciolto il suo corpo in acido, ma abbia tentato di bruciarlo senza riuscirci del tutto. Se i test del Dna lo confermeranno, significherà che Lea é stata in tutto piú forte, fino alla fine, e sua figlia la potrà finalmente seppellire. Partecipi alla cerimonia di sabato anche il sindaco Roberto Scanagatti e Alfredo De Lillo del Tribunale di Monza.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi