03 Marzo 2021 Segnala una notizia

Lissone, donna “mascolina” usa l’identità del fratello per commettere reati

18 Novembre 2012

carabinieri-auto-mbUna vicenda assurda, forse unica nella storia recente della cronaca italiana. Una donna, evidentemente dai tratti somatici non troppo gentili, ha utilizzato per ben 12 anni l’identità del fratello, per poter commettere reati più o meno indisturbata. Ma alla fine è stata scoperta e denunciata dai carabinieri per usurpazione di identità.

Una vicenda dai contorni piuttosto nebulosi, andata in scena a Lissone. Lei, G.A., 38 anni, oggi domiciliata a Milano dopo aver abitato a lungo in Brianza, ha un fratello di appena nove mesi più piccolo, che vive in Puglia. Negli ultimi anni si rende autrice di vari reati, dalle minacce alle ingiurie, fino ad altri piccoli reati da “balordo”.

Capita che le forze dell’ordine vanno a pescare il fratello, in Puglia, il quale però cade dalle nuvole e si dichiara del tutto estraneo. Una, due, tre volte, alla fine i carabinieri di Lissone decidono di andare a fondo, per vederci chiaro: effettuano una perquisizione nell’abitazione della donna e trovano la carta d’identità taroccata, con la sua foto “mascolina” e i dati del fratello. Utilizzata tra l’altro anche per essere assunta in un posto di lavoro. Da qui, la scoperta del “trucchetto” e la denuncia.

 

Ultimo aggiornamento ore 14.17

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi