18 Settembre 2021 Segnala una notizia

Eppure a Monza e Brianza c'è chi vuole restare con Milano

6 Novembre 2012

provincia-monza-brianza-con sigla milano-mbOggi il “Tavolo Brianza” chiamato a gran voce da Dario Allevi, presidete MB, per discutere con parlamentari e consiglieri regionali del destino scelto dal governo Monti di, in via del tutto eccezionale rispetto alle regole sugli accorpamenti, unire la Provincia di Monza e Brianza con l’area metropolitana di Milano. Chi si presenterà? Che azioni decideranno di mettere in campo per invertire questa rotta? Eppure c’è chi vuole che le cose restino così come sono: che Monza ritorni con Milano. Abbiamo intervistato alcuni dei sindaci “milanesi” per capire le loro ragioni.

galbiati-sem---sindaco-caveIl primo a parlare è il sindaco di Cavenago, Sem Galbiati: «La provincia di Monza e Brianza è nata come elemento di novità, non abbiamo avuto il tempo materiale di metterci in gioco in pieno. La decisione dello scioglimento è ormai insindacabile, sommare tre debolezze non porterebbe a nessun risultato, meglio a questo punto tornare alle origini sotto Milano. Cavenago, in origine era già alla “periferia dell’Impero”, ma dal punto di vista istituzionale il rodaggio è già avvenuto, l’accorpamento con Como non farebbe altro che generare una difficoltà di tipo logistico.

riva-maria-elena-sindaco-usmateEd ecco il primo cittadino di Usmate, Maria Elena Riva: «Tra tutte le ipotesi avanzate di certo tornare con Milano mi sembra quella più congeniale. L’area metropolitana garantirà certamente maggiori vantaggi ai cittadini, inoltre, ad Usmate, siamo comunque sempre stati un po’ “milanocentrici”. Personalmente avrei preferito un organo intermedio tra la regione e i piccoli comuni, magari meno dispendioso rispetto alla provincia».

C’è poi chi ha definito l’accorpamento sotto Milano “Un felice ritorno a casa”. Queste le parole del sindaco di Roncello Davide Giacomin riportate da un quotidiano locale. Mentre il sindaco di Vimercate Paolo Brambilla ha descritto la difesa della provincia come “una battaglia persa”. Non ha dubbio alcuno Gianni Caimi: per il sindaco di Meda tra l’accorpamento con Como e Varese e quello con il capoluogo meneghino tutti i brianzoli preferirebbero Milano. Più incisivo il commento riportato sul giornale del primo cittadino limbiatese: «La provincia di Monza ha commesso troppi errori. Per noi è meglio tornare sotto Milano»

Foto: dall’alto, Sem Galbiati il sindaco di Cavenago,  Maria Elena Riva, sindaco di Usmate.

 

 

 

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi