22 Settembre 2021 Segnala una notizia

Sostegno UE alla ricerca: 800 milioni per i migliori ricercatori a inizio carriera

16 Settembre 2012

Ammonta a 800 milioni di euro il finanziamento complessivo che il Consiglio europeo della ricerca (CER) destinerà quest’anno ai progetti di 536 ricercatori a inizio carriera, puntando a sostenere la nuova generazione di scienziati più promettenti a livello mondiale.

Le sovvenzioni di avviamento del CER (fino a 2 milioni per progetto) sono rivolte a giovani ricercatori di punta di qualunque nazionalità, purché stabiliti o disposti a stabilirsi in Europa. Tali ricercatori, dopo aver selezionato la propria squadra di ricerca fra oltre 3 000 studenti di dottorato e post-dottorato, potranno portare avanti programmi che coprono un’ampia gamma di settori – dagli impatti sociali della cooperazione transmediterranea nel settore delle energie rinnovabili, passando per le protesi uditive a laser, fino alla tecnologia ottica di rilevazione a distanza per le opere di ingegneria civile.

La crescente popolarità di tale strumento nel campo della ricerca è stata dimostrata dall’aumento del 16% del numero di domande rispetto all’anno scorso, con 4741 proposte di progetti di ricerca presentate.

I beneficiari sono stati selezionati sulla base di una valutazione inter pares effettuata da 25 commissioni composte da scienziati di fama mondiale, per i quali l’unico criterio è l’eccellenza. Per quanto riguarda il tipo di proposte selezionate, il 44% appartiene al settore delle scienze fisiche e ingegneristiche, il 37% alle scienze della vita e il 19% alle scienze sociali e umane. Inoltre, l’età media dei ricercatori selezionati è di circa 37 anni. Il 24% dei ricercatori sono donne, il 21% in più rispetto all’anno scorso.

La Commissaria europea per la ricerca, l’innovazione e la scienza Máire Geoghegan-Quinn ha dichiarato: “In un’economia della conoscenza globale abbiamo bisogno di nuove idee per competere. Per questo motivo investire nella ricerca di punta di livello mondiale e nella prossima generazione di scienziati rappresenta una delle grandi priorità dell’Europa. Dopo solo cinque anni le sovvenzioni del CER godono di fama mondiale e ci aiutano a trattenere e attrarre i migliori”.

Istituito nel 2007 dall’UE, il Consiglio europeo della ricerca rappresenta la prima organizzazione paneuropea destinata a finanziare la ricerca d’avanguardia. Esso mira a promuovere l’eccellenza scientifica in Europa stimolando la concorrenza per i finanziamenti fra i migliori e più creativi ricercatori.

Oltre alle cosiddette sovvenzioni di avviamento per i ricercatori più giovani, esso eroga anche sovvenzioni di consolidamento per gli scienziati d’eccellenza già indipendenti e sovvenzioni avanzate per i leader riconosciuti nel campo della ricerca.

Il CER, che rappresenta l’elemento più nuovo e pionieristico del 7° programma quadro per la ricerca e l’innovazione (7° PQ), dispone di una dotazione complessiva pari a 7,5 miliardi di euro per il periodo 2007-2013. Tale budget è destinato ad aumentare, come dimostra la proposta della Commissione europea di assegnare oltre 13 miliardi di euro a tale organizzazione.

La proposta si inserisce nell’ambito del nuovo programma quadro “Orizzonte 2020” (per il periodo 2014-2020), che rappresenterà il nuovo e principale strumento di finanziamento europeo nel settore della ricerca e dell’innovazione.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi