22 Settembre 2021 Segnala una notizia

Inchiesta gestione autodromo. Ed ecco il video dell’aggressione dell’ambulante

14 Settembre 2012

autodromo-nazionale-Monza-MBGià sotto la lente di ingrandimento della guardia di finanza l’appalto assegnato dalla Sias alla Duepì per la ristorazione, emerge in questi giorni, una  situazione di tensione che si è verificata durante i giorni del Gran Premio. Un cambio di contratto, che oltre alla poca chiarezza, ha fatto scoppiare una rissa proprio tra il capo della sicurezza del circuito, Emanuele Vialardi, e  Giovanni Panetta, ambulante. Prima le male parole, poi gli schiaffi. Il tutto registrato dal telefonino della vittima dell’aggressione (video).

«Rispetto allo scorso anno, come è sempre stato da anni, non abbiamo capito come ottenere un regolare contratto da Sias e Duepì, gestore della ristorazione del circuito, per poter lavorare in autodromo – dichiara Giovanni Panetta, proprietario di un chiosco mobile per la ristorazione – abbiamo presentato regolare domanda per lavorare al Gran Premio e nessuno ci ha risposto, negando o accettando la richiesta. Ci siamo presentati in autodromo e, quando una mia collaboratrice ha chiesto di poter posteggiare dove sempre ci siamo sistemati,  è stata aggredita verbalmente. Io ho reagito, tenendo il cellulare in mano per filmare tutto, e Emanuele Vialardi (responsabile della gestione Duepì) mi ha colpito con un ceffone». Rispetto a quanto pattuito negli anni precedenti, nel nuovo contratto di gestione per la ristorazione, Duepì non aveva possibilità di sub-appaltare i servizi di ristoro «Ci hanno detto che se volevamo lavorare, l’unica cosa possibile era far risultare i nostri camion un comodato d’uso gratuito a loro – prosegue Panetta – per quanto mi riguarda è la stessa cosa, è un sub appalto comunque, solo che in questo modo non mi avrebbero fatto alcuna fattura e io non do soldi a nessuno, senza un documento di certificazione regolare. Noi lo scorso anno pagavamo l’accesso all’Anzani, e loro si preoccupavano di saldare la Sias. Quest’anno facevano entrare chi volevano loro, senza trasparenza e con condizioni che non sono risultate affatto trasparenti. Abbiamo costituito un comitato, “Formula Ristorazione”, con cui abbiamo presentato una denuncia ai carabinieri di Milano, anche per l’aggressione di cui siamo rimasti vittime».

La Guardia di Finanza, presente in numero cospicuo all’interno del circuito, sta indagando per controllare tutte le società che hanno lavorato all’interno del Gran Premio, ed accertare eventuali illeciti. Emanuele Vialardi, contattato dalla redazione, non è risultato raggiungibile. 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi