20 Giugno 2019 Segnala una notizia

Monza, “Una Vita in Gioco”: errori e rinascita nel film di Fabio Quatela

9 Luglio 2012

Una-Vita-in-Gioco-film-di-Fabio-Quatela“Una Vita in Gioco”: questo il titolo della pellicola cinematografica che porta la firma di Fabio Quatela. Classe 1987, con il suo primo film spera di colpire nel profondo il suo pubblico. Quella descritta dal giovane aspirante regista è, infatti, una storia fatta di sbagli, di valori calpestati e poi ritrovati che serviranno a ritrasformare una persona in un uomo.

Ha solo 25 anni Fabio Quatela, ma le idee sembrano essere già chiare. Come ci si sente al primo debutto sul grande schermo ce lo spiega lui stesso.

Il film descrive il grave, e quanto mai attuale, problema del gioco d’azzardo. 2 ore e 30 minuti di proiezione sono ora il risultato di quattro lunghi e sacrificanti anni che ho trascorso “completamente da solo”. Ho studiato nel dettaglio la sceneggiatura per cercare di raccontare personaggi e situazioni completamente differenti dal solito film sul gioco, valorizzando un messaggio di chiara speranza cosicché non solo il protagonista, ma anche altri personaggi, potessero avere l’opportunità di cambiare vita, antagonista compreso.

Un anno di tempo per realizzare la sceneggiatura, mille attori contattati e 140mila ore di montaggio effettive. Qual è il messaggio che speri di trasmettere attraverso il tuo film?

Il messaggio chiave del film è ricordare che le emozioni sono i soli fattori in grado di modificare profondamente la vita di una persona. È l’emozione più forte che può cambiare davvero una persona è l’amore. Ho descritto in modo inconscio ma diretto quali sono le differenti situazioni della vita distrutta del giocatore d’azzardo, analizzandone i fattori scatenanti fino a raffigurare anche i diversi rapporti fra un parente e il giocatore. Mi sono anche recato giornalmente per settimane in un vero centro d’aiuto per giocatori anonimi per poi ricrearne nel dettaglio l’atmosfera e la realtà coordinata da uno psicologo. Credo che il gioco d’azzardo patologico sia una delle malattie mentali più sottovalutate e allo stesso tempo legalizzate che esista.

Per tutti colori che volessero assistere alla prima del film “Una Vita in Gioco” potranno recarsi giovedì 12 luglio, alle ore 21, al Cinema Teodolinda. L’ingresso sarà gratuito.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate il 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

Seveso, vandali colpiscono anche nel centro del paese

Questa volta la denuncia arriva da un condominio del centro: i residenti hanno firmato una petizione per chiedere un intervento alla Polizia Locale contro schiamazzi, sporcizia e vandalismo.

Monza, “Una notte italiana”: tutte le informazioni utili sui fuochi di San Giovanni

Lunedì 24 giugno tornano i fuochi d’artificio per la festa di San Giovanni: uno spettacolare racconto della bellezza italiana.

Sesso in cambio di denaro: prete ricattato da tre brianzoli. Arrestati

Un 23enne di Bernareggio, una coetanea di Seregno e un 29enne di Ronco sono accusati di avergli estorto più di 6mila euro

Piscine all’aperto in Brianza: ecco gli orari e i costi estivi

L'estate si avvicina ed il caldo si fa sempre più torrido, l'unica soluzione per chi resta in Brianza? Le piscine all'aperto!

Monza, incidente frontale in via Lecco: tre persone coinvolte

In seguito all'impatto avvenuto nella nota arteria cittadina una delle due macchine è finita rovinosamente contro il cordolo stradale.