25 Settembre 2021 Segnala una notizia

Le Osservazioni del presidente Herman Van Rompuy a seguito del Consiglio europeo

9 Luglio 2012

Una tra le principali questioni che il Vertice europeo del 28-29 giugno ha affrontato è stata quella di conciliare interventi a breve termine per stimolare la crescita e stabilizzare i mercati, con una visione di lungo termine sulla soluzione da perseguire per rafforzare la nostra Unione economica e monetaria.

Il rilancio della crescita è la sfida chiave che l’Europa deve portare a termine nel breve periodo. A questo proposito e alla luce delle discussioni tenutesi durante il Consiglio, è stato approvato un “patto per la crescita e l’occupazione” che mobiliterà 120 miliardi di euro per investimenti immediati, promovendo così il finanziamento dell’economia e contribuendo a creare nuovi posti di lavoro.

Inoltre, è fondamentale non trascurare la necessità di definire una prospettiva a lungo termine per l’eurozona. A questo proposito, se vogliamo che gli investitori acquistino obbligazioni decennali, è comprensibile che questi vorranno una prospettiva più chiara sul futuro della zona euro fra dieci anni.

Oggetto del Vertice è stata inoltre la discussione della relazione sul futuro dell’Unione economica e monetaria che Herman Van Rompuy, Presidente del Consiglio europeo, aveva presentato su richiesta dei capi di Stato o di governo. All’elaborazione di tale relazione hanno partecipato, in stretta cooperazione, i presidenti della Commissione europea, dell’Eurogruppo e della Banca centrale europea. Entrando più nel dettaglio, questa relazione illustra un’architettura basata su quadri integrati per il settore finanziario, ma anche tematiche attinenti al bilancio e alla politica economica.

Per quanto concerne il settore finanziario, una prima proposta estremamente importante ha trovato consenso durante il Vertice: il meccanismo europeo di stabilizzazione (MES) potrà ricapitalizzare direttamente le banche, in determinate circostanze e a determinate condizioni.

L’aspetto più rilevante e più importante è l’istituzione di un meccanismo unico di vigilanza delle banche. I leader dell’eurozona hanno chiesto al Consiglio di lavorare molto rapidamente in modo che si possano ottenere risultati entro la fine dell’anno. E’ un successo importante ed è anche un primo passo per spezzare il circolo vizioso tra banche e debiti sovrani. Il Presidente del Consiglio europeo sottolinea inoltre che questo primo risultato va in favore della relazione comune all’interno della zona euro. Secondo Van Rompuy, infatti, l’elemento costitutivo dell’integrazione bancaria è il più importante.

Per quanto riguarda gli altri elementi costitutivi della relazione, ovvero i problemi attinenti al bilancio e le politiche economiche,il Consiglio sostiene che l’Unione economica e monetaria può funzionare solo se tutte le politiche di bilancio ed economiche di ciascun paese sono sostenibili.

Durante il Vertice, è stata inoltre presa un’altra importante decisione: i paesi che rispettano regole, raccomandazioni e calendari comuni avranno la possibilità di ricorrere agli strumenti esistenti, quali il fondo europeo di stabilità finanziaria e il meccanismo europeo di stabilizzazione (FESF/MES) per rassicurare e stabilizzare i mercati.

In stretta collaborazione con i presidenti della Commissione, dell’Eurogruppo e della BCE, Van Rompuy comunica che verrà presentata una relazione del piano di lavoro entro la fine dell’anno, di cui una prima bozza già in ottobre.

In conclusione, anche se la lotta alla crisi è stata, da oltre due anni, la preoccupazione principale del Consiglio europeo e rimarrà tale nel prossimo futuro, il Presidente sottolinea che non bisogna perdere di vista il percorso da seguire ma continuare a definire orientamenti per l’avvenire.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi