18 Settembre 2021 Segnala una notizia

Brianza, Pedemontana e sviluppo impossibile? Considerazioni a margine…

27 Giugno 2012

Speziali-Riccardo-Matteo“Stavo guardando lo svincolo di Pedemontana che ci sarà a Bellusco, Arcore e Desio. Non posso credere che la nostra Brianza non cambi se non in peggio. Non posso credere che si stia permettendo una trasformazione di questo tipo…”. Ho scritto questa considerazione ieri sera in Facebook sul mio profilo personale, ed è scoppiato il finimondo. Una discussione lunghissima, un confronto serrato tra chi la ritiene un’opera utile e chi no. E ho notato come il discorso sia andato a monte dell’opera stessa, o meglio, ci si è subito chiesto a chi gioverà questa nuova autostrada. Tolti gli automobilisti, la cui risposta è troppo scontata, si è parlato di banche, di società…

 

Ho deciso di rispondere su MB News, che ha un pubblico ben più ampio del mio profilo FaceBook, perchè ritengo che questa discussione debba essere allargata anche a voi lettori.  Per spiegare meglio la mia affermazione vi invito ad andare sul sito della società stessa e vedere nella ricostruzione, fatta grazie anche a google maps, quanto verde diventerà nero (strada) al termine dei lavori. Sono lieto che ci assicurino che ci saranno ampie opere di compensazione, ma credo che ad Arcore, a Desio, a Bellusco e in tutte le altre città sarebbero più lieti se gli lasciassero i campi (pochi), i boschi (rari) che ad oggi fanno respirare questo territorio.

L’opera in sé non giudico se possa essere utile o non utile, sicuramente è vecchia: basti pensare che il prezzo del greggio continua a salire e tra un po’ andare in auto sarà un privilegio per pochi, basti pensare che il livello di traffico è così alto che non è detto che a breve termine quella strada libererà le altre. Ma il problema non è la strada in sé ma lo “sviluppo” che ad essa è legato. Faccio un esempio stupido ma che rende bene l’idea: quando nel Far West è arrivata la ferrovia, alla fermata di ogni stazione è nata una città. Da noi l’unico sviluppo immaginabile è un ulteriore incremento delle industrie, degli stabilimenti. Ben vengano in un periodo di crisi, ma dobbiamo essere pronti a ridisegnare il paesaggio della Brianza secondo il profilo di Milano o Sesto San Giovanni. Se siamo consapevoli di questo è giusto che Pedemontana sia costruita, è semplice. Ma non può essere pacifico. Credo che i Brianzoli non abbiano capito la trasformazione che avverrà e la stanno accettando come si accetta l’ostia in chiesa. Invito tutti quindi a studiare il sito di Pedemonata e a fare le vostre considerazioni. Io le mie le ho già fatte.

Concludendo voglio chiarire due punti: uno, non ho la soluzione in tasca, ma non è detto che non ci siano idee migliori rispetto ad una nuova autostrada, due le mie osservazioni vorrei che non fossero strumentalizzate politicamente, visto che ho l’onesta intellettuale ma soprattutto il privilegio di leggere questa storia senza la tessera di un partito o anche di un’associazione in tasca (chiaro?).

Buon viaggio…

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi