21 Settembre 2021 Segnala una notizia

Monza, lo sfogo dei detenuti: «in celle peggiori di quelle degli animali»

8 Gennaio 2012

monza-carcere2Dopo gli appelli lanciati da associazioni, sindacati e da qualche politico, anche i detenuti della casa circondariale di Monza hanno rotto il silenzio e hanno deciso di far sentire la loro voce. A pochi giorni di distanza dalla visita dell’onorevole Renato Farina, che attraverso un messaggio su Facebook aveva denunciato la «situazione spaventosa» di Sanquirico (leggi l’articolo), i carcerati hanno affidato il loro sfogo a un comunicato stampa.

«Sostiamo in celle peggiori di quelle concesse agli animali, predisposte per due detenuti – si legge nel documento scritto dal Comitato detenuti della casa circondariale di Monza -. Le finestre sono dotate di plastica con enormi fessure. I muri sono bagnati a causa dell’umidità. Il locale adibito alla doccia non è funzionante in parte e sprovvisto di luce. Le infiltrazioni d’acqua sono presenti anche nelle parti comuni dell’edificio spesso dotate di contenitori posti sul pavimento per raccogliere l’acqua».

Poche righe attraverso le quali i detenuti denunciano la loro situazione e la difficile vita dietro le sbarre. «Ripetiamo comunque che non crediamo di essere in vacanza, ma pensiamo che sia giusto salvare un minimo di dignità – hanno sottolineato -. Ci sono cose che riteniamo comunque fondamentali come ad esempio le enormi difficoltà che incontriamo nell’interagire con soggetti detenuti, i quali manifestano palesemente disagi di tipo psicologico non solo dovuti alla detenzione, ma spesso con patologie diagnosticate in precedenza. Soggetti che hanno problemi di salute e per i quali gli interventi sanitari arrivano con tempi lunghi. Non vi sono iniziative culturali o comunque attività atte a rendere la permanenza in questo luogo umanamente degna, ad esclusione di annunci o tentativi».

Da qualche giorno i detenuti hanno iniziato uno sciopero della fame a rotazione. «Ogni giorno quattro celle effettueranno la protesta per la situazione disumana in cui NON viviamo – hanno concluso -. Tutto questo ed altro merita l’attenzione di chiunque si riempie la bocca, per così dire, di parole come: dignità, umanità, giustizia».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi