20 Settembre 2021 Segnala una notizia

Monza: caccia all’amante di Sharna con l’aiuto della comunità bengalese

30 Gennaio 2012

Ancora nessuna traccia dell’amante e sospetto killer di Sharna Abdul Gafur, la diciottenne bengalese strangolata nell’appartamento dello zio di via D’Annunzio, i primi di gennaio. Grazie anche all’aiuto della comunità bengalese brianzola, gli inquirenti procedono nelle indagini e, in attesa di riscontri tecnici, si augurano che il ragazzo si presenti volontariamente per essere ascoltato.

Uccisa per strangolamento, soffocata con una sciarpa, Sharna non ha avuto ne tempo ne modo di reagire. La sua giovane età, il trasferimento a casa dello zio per aver rifiutato di sposare l’uomo scelto in Bangladesh dai suoi genitori, hanno portato fin da subito gli inquirenti a focalizzare l’attenzione su un possibile “amore italiano”. 

Sospettato perché l’ultimo ad aver avuto contatti con la vittima, l’amante e connazionale 25enne di Sharna (in patria marito e padre di due bambini), è sparito dal giorno dell’omicidio, dopo aver abbandonato dimora e occupazione nel milanese. Gli inquirenti lo stanno cercando da tutte le parti, sfruttando anche l’attività tecnica e facendo tesoro di ogni informazione proveniente dai connazionali di vittima e sospettato, i quali si stanno dimostrando collaborativi e partecipi del dolore dei familiari di Sharna.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi