22 Settembre 2021 Segnala una notizia

Centro sinistra, viaggio nelle Primarie: Donatella Paciello: “Monza più europea”

13 Gennaio 2012

Paciello Donatella - primarie centro sinistraAvvocato civilista, 48 anni, originaria di Foggia, che ha vissuto a Bologna, Milano ed Amsterdam. Sposata con due figli, di 11 e 19 anni, e suo marito, olandese, è un imprenditore del “made in Italy” sui mercati esteri. Ha scelto Monza come città dove far crescere i suoi figli, ma è convinta che questo capoluogo di provincia possa offrire di più.

In che senso?

Rispetto ad altre città europee, Monza presenta degli evidenti limiti. Se la paragoniamo alle città dell’Olanda, dove ho vissuto, sia dal punto di vista della mobilità sostenibile, sia dal punto di vista della vita culturale non c’è confronto. E di ciò mi rammarico molto.

È per questo che ha deciso di candidarsi per le primarie del centro sinistra?

Sono una persona idealista ed al tempo stesso concreta. E amo le sfide, anche quelle difficili. Questa opportunità mi è stata proposta … Ci ho riflettuto e ho accettato. Credo molto nell’impegno personale e credo di poter dare un contributo significativo per migliorare questa città.

Quali sono le qualità che la contraddistinguono dagli altri candidati?

Sono sona persona molto aperta, empatica e determinata. E sono consapevole del grande impegno che significherebbe diventare sindaco della terza città della Lombardia.

Di che cosa si occupa nella vita?

Sono avvocato civilista specializzata nella contrattualistica nel mondo del francising. Sono stata tra i fondatori della Camera della controversie, luogo che ha anticipato il processo della mediazione civile.

Come occupa il suo tempo libero? Ha un film preferito, un libro?

Amo molto il contatto con la natura, quindi appena posso faccio delle passeggiate o a piedi o in bici, in particolare mi piace molto camminare in montagna. Amo andare al cinema e frequento anche dei cineforum prediligendo il genere storico perché, anche tra le mie letture, questo è quello che più mi interessa. Non disdegno anche letture nel campo dell’economia che meglio mi aiutano a capire dove va il mondo.

Che voto dà alla sua città oggi da 1 a 10?

Non un voto alto, direi insufficiente. Se paragono Monza a Bologna, dove ho vissuto, la città di Teodolinda risulta essere molto meno vivace, anche se ha tutte le potenzialità per essere almeno alla pari come offerte turistico culturali. A Carpi si fa il festival della Filosofia, perché Monza non deve ospitare una manifestazione di egual portata?

Se diventasse sindaco cosa farebbe nei primi 100 giorni?

Interverrei sulle politiche sociali. L’attuale amministrazione ha smantellato i tavoli di partecipazione che ricostituirei. Ed eliminerei la variante al Pgt, dando un chiaro segnale in senso ambientalista.

Quali ritiene siano la priorità per la città?

Intervenire sulla mobilità, sulla sostenibilità e sulle fasce più deboli. Queste sono le priorità, problematiche risolvibili con dei piani ben precisi che riguardino il traffico, la riqualificazione del consumo energetico e l’approccio alle politiche sociali.

Obiettivi non semplici, soprattutto adesso che le risorse scarseggiano per i comuni …

Le risorse devono essere recuperate contrastando le sacche di inefficienza della macchina comunale, valorizzando le risorse interne tagliano i costi delle consulenze e portando avanti un’intesa lotta all’evasione fiscale.

Un messaggio ai suoi “avversari” delle primarie …

Sono la persona che meglio può ricoprire il ruolo di sindaco, ma l’importante è che dopo che le primarie ci avranno restituito il candidato si faccia tutti assieme squadra per potare passione, competenza ed esperienza al servizio della città.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi