22 Settembre 2021 Segnala una notizia

Brianza, Allevi e Mariani dopo tour ospedali. «Preoccupa il San Gerardo»

30 Gennaio 2012

stati generali sanitàGli ospedali brianzoli passano l’esame “itinerante” targato Allevi-Mariani con riserva. Una riserva non indifferente: la ristrutturazione dell’ospedale San Gerardo di Monza.

Si può sintetizzare così la conferenza stampa, ospitata in quel della provincia MB, che ha visto i vertici sanitari brianzoli accanto all’assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, al presidente della provincia, Dario Allevi, e al presidente dei sindaci Asl, Giacinto Mariani, tirare le somme della seconda edizione del “tour itinerante” intrapreso dal binomio Allevi-Mariani attraverso sei presidi ospedalieri nostrani.

«La sanità in Brianza è sinonimo di eccellenza – ha chiosato Allevi – e anche quest’anno abbiamo potuto ‘toccare con mano’ lo spirito, la voglia e l’efficienza del nostro sistema socio-sanitario pubblico. Pur cambiando i vertici non sono mutate la ricerca della qualità e il desiderio di miglioramento. L’unica preoccupazione riguarda i lavori di ristrutturazione che partiranno all’ospedale San Gerardo. Chiediamo all’assessore Bresciani di monitorarli giorno per giorno, affinché siano il meno invasivi possibile».

I lavori per l’ampliamento del principale nosocomio provinciale, in programma per i primi mesi del 2013 e della durata di 6 anni, hanno fatto molto discutere negli scorsi mesi anche a causa della mobilitazione dei sindacati. Francesco Beretta, direttore generale del San Gerardo, ha ribadito il suo concetto: «Stiamo lavorando per il futuro. A oggi l’ospedale di Monza, così colmo di fiori all’occhiello e di professionisti validi, non ha una struttura funzionale. È storicamente disordinato e stiamo tentando, con il prezioso aiuto della Regione, di renderlo adeguato e di lasciare in eredità a Monza e a tutti i brianzoli un ospedale al passo coi tempi. È una grande sfida».

Sono tre le richieste che Allevi e Mariani hanno formalmente girato all’assessore regionale Bresciani: l’adeguamento del contratto tra il San Gerardo e l’Asl Monza e Brianza, dato che nel 2011 la produzione ha superato di 10.000.000 euro la quota budget per le attività di ricovero e di 2.000.000 euro la quota budget per le attività ambulatoriali, adeguare le risorse per l’ammodernamento delle apparecchiature e garantire il turn over del personale assistenziale senza attendere l’approvazione dei piani di assunzione.

Per Bresciani la formula magica è ‘sinergia tra ospedali’: «Viviamo una fase economica molto delicata ma non ci sottraiamo dalla responsabilità di governare con trasparenza: nel 2012 i fondi a disposizione per la Sanità sono 17 miliardi e 450 milioni di euro: 263 milioni di euro in più rispetto al 2011. Intendiamo tagliare gli sprechi senza intaccare la qualità delle cure, per questo l’obiettivo ultimo delle nuove regole appena approvate sarà: ‘Più territorio, meno ospedale’».

Presenti alla conferenza anche il neo direttore dell’azienda ospedaliera di Desio e Vimercate, Pietro Caltagirone, e il direttore generale dell’Asl Monza e Brianza, Humberto Pontoni.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi