19 Giugno 2021 Segnala una notizia

Centemero e Farina al carcere di Monza. «Sovraffollato, ma clima disteso»

20 Luglio 2011

farina-renato-centemero-elena-conf-carcere-monza-mb«Seguiremo la situazione del carcere di Monza». Lo hanno assicurato i deputati del Pdl Elena Centemero e Renato Farina dopo la visita di lunedì mattina a Sanquirico. Una visita di tre ore, che segue di pochi giorni quella a San Vittore, per verificare di persona la situazione della casa circondariale brianzola.

«L’elemento negativo è il sovraffollamento, e i dati sono eloquenti: ogni detenuto ha a disposizione 3 metri quadrati quando è di 7 lo spazio minimo stabilito dalla Corte Europea per i Diritti Umani, che più volte ha multato l’Italia», ha sottolineato l’onorevole Farina, primo firmatario di una proposta di legge bipartisan, insieme alla deputata del Pd Alessia Mosca, per incentivare il lavoro dietro le sbarre come deterrente contro la reiterazione del reato. «Provvederò a segnalare questa situazione in Parlamento attraverso un’interrogazione o un’interpellanza», ha poi promesso precisando che la Finanziaria, approvata recentemente, non porterà nessun taglio alle carceri.

«Come deputato ho visitato oltre 20 penitenziari e posso dire che, rispetto ad altri, il clima a Monza è piuttosto disteso – ha aggiunto l’esponente del Pdl -. Merito dei volontari, che svolgono un lavoro eccellente, e delle istituzioni». Un aspetto, questo, ribadito anche dall’onorevole Centemero: «Quello che più mi ha colpito è la forte interazione tra la realtà interna e quella esterna – ha detto –. Oltre alla presenza costante e forte dell’associazione di volontari “Incontri e Presenza”, c’è un’attenta partecipazione da parte delle istituzioni attraverso uno sportello lavoro, uno Afol e uno del comune di Monza, presenti all’interno del carcere. E poi ci sono la scuola, i corsi di alfabetizzazione, i laboratori e i mediatori culturali». La deputata del Popolo della Libertà ha poi sottolineato che ogni comune brianzolo versa 12 centesimi per ogni abitante per garantire servizi all’interno del carcere, come l’accompagnamento nel mondo del lavoro del detenuto al momento della scarcerazione.

Citando in più occasioni l’articolo 27 della Costituzione, hanno poi ribadito che «più che la durezza della condanna, il vero deterrente è la certezza della pena e la velocità di giudizio». Gli onorevoli Centemero e Farina hanno recentemento sottoscritto l’appello di Marco Pannella. «Non tanto per sostenere l’amnistia quanto per rendere meno ferruginosa, là dove le condizioni lo consentono, l’alternativa al carcere».

Nella foto: i deputati del Pdl Renato Farina ed Elena Centemero nel corso della conferenza stampa in cui hanno illustrato ai giornalisti la loro visita a Sanquirico

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi