04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Da made in Italy a made in Romania, la Cassina di Meda rischia il trasloco

21 Giugno 2011

sciopero-cassina-di-medaSono ore decisive per la Cassina di Meda. L’azienda brianzola che produce letti, poltrone, sedie e mobili, simbolo dell’eccellenza made in Italy, potrebbe rischiare il trasferimento di una parte importante della produzione in Romania.

Da questa mattina, dopo un’assemblea, i lavoratori hanno incrociato le braccia. Uno sciopero spontaneo per protestare contro la decisione di delocalizzare una parte dell’azienda nell’Est Europa. Nell’unità produttiva di via Busnelli lavorano 300 addetti e l’organico è completato da 25 cucitrici esterne.

La società brianzola fa parte della Poltrona Frau Group, dal 2005 controllata dal gruppo d’investimento Charme guidato da Luca Cordero di Montezemolo.

Profondamente preoccupata l’Unione Artigiani della Provincia di Monza e della Brianza. «Per ogni dipendente che perde il lavoro ci sarebbe un artigiano nelle stesse condizioni, per giunta con minori tutele e minore visibilità», ha dichiarato il segretario generale Marco Accornero che ha già annunciato un tavolo di confronto tra l’azienda e le parti sociali qualora la notizia del trasferimento venisse confermata ufficialmente.

Al momento la situazione è ancora incerta. I sindacati hanno annunciato domani una conferenza stampa per comunicare i possibili sviluppi.

Nella foto: il manifesto di protesta dei lavoratori della Cassina di Meda esposto fuori dall’azienda (foto F.B.)

Ultima modifica: mercoledì 22 giugno 2011 ore 18.08

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi