05 Marzo 2021 Segnala una notizia

Vimercate, il confronto fra i candidati entra nel vivo, ma spettatori pochi

1 Maggio 2011

vimercate-faccia-a-facciaSecondo faccia a faccia fra i candidati sindaci del comune di Vimercate: venerdì sera è andato in scena presso il TeatrOreno di Vimercate il secondo atto della sfida fra i cinque candidati che il 15 e il 16 maggio lotteranno per un posto a Palazzo Trotti. Fra i temi toccati le frazioni, la viabilità, l’eventuale ballottaggio e le spese economiche del comune.

Erano veramente pochi i cittadini presenti al dibattito, forse una cinquantina in totale, di cui la maggior parte sostenitori e uomini di partito dei diversi schieramenti divisi in sala come in aula parlamentare: in prima fila alla sinistra del palco gli uomini del centrosinistra a destra invece quelli del centrodestra, in fondo nei posti più lontani forse gli unici cittadini interessati a farsi un’idea e non a sostenere a forza di applausi il proprio “uomo”.

Tornando alla cronaca sul possibile ballottaggio, nessuno degli schieramenti ha voluto scoprire più di tanto le proprie carte: Rocco Campanozzi sostenuto da Futuro e libertà e Lega padana ha voluto ribadire come solo chi accetterà buona parte del proprio programma potrà avere il proprio appoggio e lo stesso è valso per il candidato dell’Udc Elisa Ratti. Risposta più sarcastica da parte invece del grillino Francesco Sartini che ha dichiarato che “sosterremo il meno peggio fra i candidati”. Di poche parole invece vimercate-campanozzi-sartinBrambilla e Brambati che saranno al 99%, in caso di ballottaggio, i due sfidanti.

C’era invece una certa impasse da parte dei candidati sulla questione viabilità: nessuno dei candidati ha parlato chiaramente di apertura o chiusura totale del centro storico al traffico veicolare e per la quasi totalità i cinque hanno voluto rimarcare l’importanza dei parcheggi per la città e il completo appoggio al progetto metropolitana. Un po’ poco per capirne la reale intenzioni.

La domanda più scottante è arrivata da un cittadino riguardo dei compensi extra che il comune di Vimercate ha corrisposto a fine lavoro a coloro che hanno redatto il Pgt della città, compensi che hanno creato una certa polemica fra maggioranza e opposizioni: «Dopo un lavoro di tre anni abbiamo redatto uno strumento, il nostro Pgt, che è unico nel panorama vimercatese – ha affermato un infastidito Brambilla – e rispettando una legge vigente, la legge Merloni, abbiamo pensato di premiare l’ottimo lavoro dei nostri dipendenti come si fa nelle migliori aziende per mantenerne alte le professionalità».
In linea di principio d’accordo si è detto d’accordo anche Sartini che ha definito “giusto pagare un premio a delle professionalità che hanno fatto un buon lavoro”. Di tono opposto le risposte degli altri sfidanti, come quella di Brambati che ha ritenuto “insensato dare un premio in denaro ha chi già percepisce un ottimo stipendio da parte del comune e dall’altra parte togliere delle risorse alle associazioni di volontariato e al walfare”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi