26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Schengen, visti, frontiere esterne, asilo: parte la politica europea sull’immigrazione

11 Maggio 2011

La Commissione europea ha presentato le sue iniziative per una strategia globale sulle sfide e le opportunità dei fenomeni di migrazione, anche in considerazione degli avvenimenti attualmente in corso nell’area del Mediterraneo.

Tali iniziative coprono vari aspetti della questione, quali i controlli rafforzati alle frontiere e la governance dell’area Schengen, il completamento del sistema europeo comune di asilo, una migrazione legale più mirata, lo scambio delle migliori prassi per garantire un’integrazione riuscita dei migranti, e un approccio strategico per i rapporti con i paesi terzi (in particolare quelli della sponda Sud). Esse vanno ad aggiungersi alle urgenti misure a breve termine già adottate dalla Commissione per affrontare la situazione della migrazione nel Mediterraneo e le pressioni migratorie sugli Stati membri in prima linea per questo fenomeno.

La Commissaria europea Cecilia Malmström, responsabile degli Affari interni ha presentato le azioni già svolte dall’UE per gestire le emergenze recenti e illustrato l’ambizioso piano di lavori che, nel giro di un anno, porterebbe alla nascita di una vera e propria politica comune dell’immigrazione, come vuole il Trattato dell’Unione, e molti Stati membri. Il tutto nel giro di un anno circa. Sull’emergenza, l’Unione europea ha risposto rapidamente a queste sfide con i mezzi operativi e finanziari di cui dispone. Sono stati mobilitati fondi per gestire l’emergenza umanitaria generata dall’improvviso afflusso di rifugiati e sfollati nei paesi confinanti con la Libia. Unitamente Questo sostegno ha permesso di dare un rifugio temporaneo ai rifugiati e agli sfollati, di rispondere alle loro esigenze basilari e di aiutare molti di loro a ritornare nei rispettivi paesi d’origine. FRONTEX ha avviato l’operazione congiunta EPN Hermes Extension 2011 per aiutare l’Italia a fronteggiare lo sbarco di migranti e rifugiati sulle sue sponde. EUROPOL ha inviato in Italia una squadra di esperti per aiutare le autorità di contrasto nazionali ad individuare eventuali trafficanti di esseri umani tra i migranti in posizione irregolare entrati nel territorio italiano. Gli Stati membri più esposti al crescente flusso di rifugiati e migranti in posizione irregolare hanno inoltre ricevuto assistenza finanziaria.

Per una miglior gestione dei fenomeni migratori nel futuro, la Commissione propone una serie di iniziative che riguardano il completamento del sistema europeo comune di asilo entro il 2012; controlli rafforzati alle frontiere e una miglior governance di Schengen per affrontare l’immigrazione irregolare, garantire che ciascuno Stato membro controlli efficacemente la propria parte delle frontiere esterne dell’Unione in linea con il disposto e lo spirito delle norme dell’UE, ed aumentare la fiducia nell’efficacia del sistema UE di gestione della migrazione; un’immigrazione legale più mirata nell’UE, per facilitare l’arrivo di persone dotate delle competenze necessarie per contribuire a colmare le previste carenze di manodopera e di personale qualificato nell’UE e ad ovviare al previsto declino demografico della popolazione attiva; la condivisione delle migliori pratiche nelle strategie adottate dagli Stati membri per l’integrazione degli immigranti legali nell’UE, e un un approccio strategico ai rapporti con i paesi terzi sulle questioni relative alla migrazione, allo scopo di facilitare il movimento delle persone grazie a migliori possibilità di migrazione legale, unitamente a misure volte a prevenire la migrazione irregolare.

Saranno gli Stati dell’Unione a dover discutere e approvare le misure proposte. Due gli appuntamenti da non perdere: il Consiglio straordinario dei Ministri degli Interni dei 27, in programma il 12 maggio, e il summit dei Capi di Stato e di Governo a metà giugno. Un primo “pacchetto migrazione”, contenente diverse misure legislative, sarà presentato il 24 maggio.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi