03 Marzo 2021 Segnala una notizia

Promozione, riconoscimento e sviluppo delle Confraternite enogastronomiche. Consiglio regionale approva legge

16 Maggio 2011

Valorizzare i prodotti agroalimentari e i piatti tipici lombardi, promuovere la cultura enogastronomica e le tradizioni locali. E’ questo l’obiettivo della legge approvata a larghissima maggioranza dall’Assemblea regionale (astenuta l’Italia dei Valori).

Per raggiungere queste finalità, la legge (di iniziativa del Gruppo della Lega Nord, primo firmatario Luciana Ruffinelli) prevede di favorire le iniziative degli Enti locali volte a qualificare le associazioni enogastronomiche, sostenere specifici progetti e prevedere servizi di informazione e assistenza al consumatore.

Verrà dunque istituito un registro provinciale delle confraternite e associazioni consimili operanti sul territorio e sulla base di questi dati la Regione provvederà a predisporre un elenco regionale dei soggetti registrati. Le confraternite, comparse nell’XI secolo con scopi principalmente religiosi, si sono evolute nel tempo,trasformandosi in aggregazioni culturali, che oggi si caratterizzano per il loro lavoro di ricerca e valorizzazione delle tradizioni, della storia, del costume e della cucina locale. Il relatore ha spiegato che in attesa di reperire le risorse in bilancio, è già importante valorizzare il patrimonio socio culturale rappresentato da queste associazioni, attribuendo loro un riconoscimento istituzionale al pari di altri Paesi europei.

Insieme al provvedimento è stato votato a scrutinio segreto anche un ordine del giorno del Pd (primo firmatario Fabio Pizzul) che impegna la Giunta a sostenere tutti i soggetti promotori di iniziative che garantiscano la valorizzazione dei prodotti tipici del territorio lombardo e a favorire reti tra questi soggetti in modo da esportare e divulgare la tradizione enogastronomica locale.

Durante il dibattito sono intervenuti Luciana Ruffinelli (LN), Fabio Pizzul (PD), Giorgio Puricelli (PDL), Valerio Bettoni e Gianmarco Quadrini (UDC).

Comunità Montane – A fronte dei tagli del Governo nel contributo regionale alle Comunità montane per gli anni 2009-2010, la Regione provvederà a garantire in via straordinaria con proprie risorse l’operatività e la regolare attività di questi Enti. E’ l’impegno preso dalla Giunta in occasione della votazione della mozione urgente del Pd (primo firmatario Carlo Spreafico). I Comuni montani sul territorio lombardo sono 530 con una popolazione di 1.226.000 abitanti (13% del totale) e una superficie territoriale di 10.218 Kmq (44% del totale). Nel documento si chiede uno sforzo economico da parte della Regione a seguito del taglio dei contributi straordinari regionali (ex trasferimenti erariali) spettanti alle Comunità montane. Diversi gli interventi dei Consiglieri regionali (Mauro Parolini, PDL, Ugo Parolo, LN, Gianmarco Quadrini, UDC) che hanno sottolineato la necessità di un sostegno al lavoro delle Comunità Montane.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi