24 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Monza, con una protesi nella pancia. Singolare intervento al San Gerardo

4 Maggio 2011

Zatti-Giovanni-san-gerardoDue interventi complessi e, per questo, straordinari. È ancora l’ospedale San Gerardo al centro delle cronache sanitarie; tocca al binomio Ortopedia-Chirugia Vascolare permettere a due anziani pazienti, presentatisi con una protesi (anca, ndr) infilata nell’addome, di risolvere il delicato problema.

È lo stesso Giovanni Zatti, primario ortopedico del nosocomio monzese, a illustrarci il quadro clinico: «Le protesi all’anca, nel lungo periodo, hanno la tendenza a usurarsi e le particelle circostanti riassorbono l’osso. In questi due casi, però, una parte della protesi era finita addirittura nella pancia dei pazienti, con tutti i rischi di infezione che ne derivano. Grazie alla cooperazione del professor Biasi, della chirurgia vascolare, siamo intervenuti spostando nervi, tessuti e stomaco, risolvendo il problema e garantendo il recupero della mobilità per i due degenti. Il San Gerardo si dimostra ancora una volta un ospedale con grosse competenze e specializzato in casi complessi».

Gli interventi, effettuati circa un mese fa, sono durati 4 ore e uno dei due pazienti è stato lasciato senza protesi, «ma, grazie ad alcuni accorgimenti, potrà recuperare pienamente. – spiega Zatti – Entrambi procedono con il percorso riabilitativo in strutture specializzate, questi casi siano da monito: le protesi vanno controllate periodicamente o appena si ha la sensazione che qualcosa non quadri».

In foto: Giovanni Zatti.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi