05 Marzo 2021 Segnala una notizia

La donna nello sport, dagli albori ad oggi. Il 21 maggio congresso Panathlon

10 Maggio 2011

Panathlon-conferenza_stampa_09_05_11Un congresso organizzato nella sala stampa dell’autodromo nazionale di Monza sul ruolo della donna nello sport. Accadrà il 21 maggio grazie al Panathlon Club di Monza e Brianza che con il patrocinio della provincia, del comune di Monza, in particolare dell’assessorato alle pari opportunità, e del Coni Lombardia.

È stato lo stesso presidente provinciale Dario Allevi, dopo il caloroso ringraziamento a Franca Casati, ad aprire gli interventi: «Ringrazio il professor Maurizio Mondoni, per avere scelto Monza per questo importante congresso» – e ha aggiunto un breve excursus sul prestigio internazionale che le donne stanno dando all’Italia sportiva, da Federica Pellegrini, a Tania Cagnotto, passando per Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, solo per fare dei nomi. Applaudendo lo straordinario palmares delle atlete che interverranno al congresso, il Presidente ha sottolineato quanto opportuna sia stata la scelta di Monza; sono infatti di questo territorio straordinarie realtà femminili nello sport come la schermitrice Arianna Errigo, le calciatrici della Fiammamonza e le pallavoliste della Sanda. Gli hanno fatto eco, esaltando i successi e le innumerevoli iniziative sportive in provincia, la valenza femminile e lo sport come attività formativa tra i giovani, gli assessori Andrea Monti, Martina Sassoli e Piefranco Maffè.

È poi intervenuto Marco Riva, segretario della Scuola superiore dello sport del Coni Lombardia, che ha portato il saluto del presidente Pier Luigi Marzorati. Ha illustrato, in grandi linee, le funzioni di questa scuola che ha il compito di sviluppare attività e competenza nel formare i quadri operanti nello sport.

Maurizio Mondoni, governatore dell’Area 2 del Panathlon*, dopo essersi detto molto lusingato per l’attenzione che le nostre istituzioni pubbliche stanno dando a questo evento, ha spiegato il disegno che fa da sfondo alla locandina del congresso: un mosaico di Piazza Armerina che ritrae una donna che gioca a palla. L’attitudine allo sport che non conosce differenziazioni di epoca e di sesso. «Le donne non devono però copiare dagli uomini, imitarli – ha proseguito – la loro eleganza, la maestria, la coordinazione e la bellezza sono proprie della donna e lo sport, quindi, è anche donna».

La conferenza si è conclusa con i ringraziamenti alla Sias, attraverso il suo consigliere Pietro Mazzo, per avere messo a disposizione la sala stampa del’autodromo.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi