03 Marzo 2021 Segnala una notizia

Inchiesta esclusiva tra i Brianzoli: “e se un clandestino bussasse alla tua porta?”

8 Maggio 2011

Intervistacland-mb«Sarebbe il benvenuto». Le persone lo dicono di getto, senza pensarci, senza indugio. Per poi aggiungere subito dopo: «anche se, cioè dipende..». Mentre da Lampedusa continuano ad arrivare notizie di nuovi sbarchi, l’Italia centro – settentrionale inizia a fare i conti con la distribuzione degli immigrati.

Se è chiaro che si tratta di un’emergenza, ancora più palese deve essere la consapevolezza che serve la solidarietà di tutti. Abbiamo chiesto a diverse persone pareri e pensieri sulla vicenda, cominciando ogni intervista con questa domanda secca: «Se un clandestino bussasse alla tua porta, tu cosa faresti?»

«Gli offriresti una cena e un letto per la notte? Se non avessi la possibilità di ospitarlo, saresti disposto a pagare una tassa affinché lui venga accolto in una struttura apposita?» Ecco come hanno risposto..

Piera, 53 anni, cuore di mamma

«Non è un’esperienza nuova per me. Circa 10 anni fa arrivò a casa mia un clandestino che vendeva calze e fazzoletti porta a porta. Era il compleanno di mio marito e stavamo festeggiando con una grigliata; ho preferito per questo accoglierlo e offrirgli un pranzo a base di carne. Non sapeva più come ringraziarci! Nel caso specifico rifarei esattamente quello che ho fatto. Sulla possibilità di offrirgli un letto dico si ma con qualche condizione: mi fiderei di più a ospitare un ragazzo adolescente, sono una mamma e lo vedrei come un mio figlio. Persone più grandi preferirei di no, anche se dipende sempre dagli occhi, dalle sensazioni che avverto a pelle. Pagare 20 € di tassa? No, al giorno d’oggi non si sa mai dove vanno a finire i nostri soldi. Le persone non sono tutte uguali, la solidarietà non è una virtù così diffusa!»

Maurizio, 32 anni, mi casa es tu casa

«Farei tutto quello che è nelle mie possibilità per aiutare una persona in difficoltà. Non farei nessuna distinzione di sesso o età, anzi a una persona anziana cercherei anche un lavoro. È chiaro che mi fiderei dell’impressione che mi fa una persona: non ne ospiterei mai una con la faccia da furbo. Non pagherei mai 20 € perché non sarei mai sicuro che i miei soldi vengano usati per aiutare una persona in difficoltà. E poi pago già un sacco di tasse..»

Luca, 40 anni, clandestini a casa mia? No, grazie!

«No a tutte le domande. Non mi potrei mai fidare di uno sconosciuto e per questo non lo farei mai entrare in casa mia a contatto con i miei cari. Potrei al massimo donargli una borsa con un po’ di viveri ma di più no. Compresa la tassa di 20 €. Basterebbe che tutti pagassimo le tasse e ci sarebbero soldi, tanti, anche per loro..»

Matteo, 20 anni, «Io sono del sud, non riuscirei a non ospitarlo»

«Probabilmente una cena gliela offrirei volentieri. Se avessi lo spazio anche un letto, ma finché non mi succede davvero non potrò esserne così sicuro. Sarei disposto a versare anche la tassa di 20 €, ma a una condizione: che sia pagata da tutti, nessuno escluso».

Ho fatto le stesse domande a molte altre persone, e ognuna di esse mi ha dato una risposta facilmente riconducibile a quelle sopra riportate. Tanti signori, signore e ragazzi con origini meridionali hanno tenuto a sottolineare le usanze ospitali delle loro terre. I giovani sono stati nella maggior parte dei casi più disponibili mentre tanti adulti hanno risposto con un categorico NO.

E voi, cosa ne pensate?

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi