26 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Giro d’Italia e pioggia mettono in ginocchio il traffico di Monza

27 Maggio 2011

ingorgo-MBUn’ora e un quarto per attraversare Monza, un’ora e mezza per raggiungere la città da Lissone. Che sia a causa della pioggia o del passaggio del giro d’Italia, gli automobilisti brianzoli ieri mattina hanno dovuto sopportare ingorghi lunghissimi, ancor più esasperanti di quelli a cui sono sottoposti durante il resto della settimana a causa del cantiere di viale Lombardia. Gli umori raccolti tra gli automobilisti e i commercianti monzesi sono i medesimi “Ma i vigili dove sono? Sanno solo dare multe”.

19° tappa del giro d’Italia, qualche giorno fa il Comune ha diramato l’ordinanza contenente le deviazioni viabilistiche e le precauzioni prese dalla Polizia Locale. A raccontare per prima la sua odissea nel seguire i percorsi alternativi suggeriti per ovviare al passaggio delle biciclette, un’impiegata di Seregno «Sono entrata in auto alle 11.30 per percorrere meno di dieci chilometri ed arrivare al mio ufficio a Monza – spiega Federica Radaelli – all’altezza di Lissone il traffico era completamente bloccato lungo la Valassina, un serpentone di auto occupava tutta l’asse stradale, compresa la corsia di uscita». A compromettere ancor più la situazione, ci si è messa la pioggia «La Protezione Civile e i carabinieri hanno chiuso il peduncolo tra viale Elvezia e Rondò dei Pini – prosegue – ed ovviamente la situazione è degenerata. Nessun vigile a governare la situazione. Per ben due volte un’ambulanza ha dovuto fare lo slalom in piazza Citterio per riuscire a passare, io sono arrivata in ufficio alle 13». Per chi risiede in città la situazione non è stata diversa «Sono in auto da un’ora passata – dichiara L.G. libero professionista – non riesco ad arrivare in centro e sono uscito di casa a Triante alle 11, la coda da via Cavallotti è poi diventata unica da piazza Trento fino a via Bergamo ed oltre. Nessuno a dire cosa stesse accadendo, nessun vigile agli incroci, si vede che sono troppo impegnati a dare multe. Già sopportiamo il cantiere di viale Lombardia, dove ormai tutti attraversano gli incroci con il rosso. E’ da pazzi».

Le lamentele per il traffico dovuto al cantiere per il Tunnel, non sono una novità, ma i residenti dei quartieri limitrofi che denunciano la totale mancanza di sicurezza sono sempre di più. Un’altra voce che si leva con rabbia è quella dei commercianti «Monza è sempre più trafficata, parcheggiare regolarmente nei posti a pagamento costa una fortuna e i nostri clienti spesso sono di corsa – spiega Y.H. titolare di un ristorante etnico – a volte capita che parcheggino qui e sforino il tempo, e la multa è assicurata. Ci mandano ausiliari all’ora di pranzo e all’ora di cena, a fare “cassa”, invece di pensare ad abbassare i costi dei parcheggi. Oltre tutto, forse servirebbero più a gestire la viabilità, che solo a dare le multe».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi