01 Marzo 2021 Segnala una notizia

Calamità naturali, pronto “manuale” comportamento

17 Maggio 2011

Parte dalla provincia di Brescia per estendersi poi in tutta la regione. E’ il progetto di “autoprotezione”, primo in Italia, oggetto del Protocollo d’Intesa sottoscritto stamani a Palazzo Lombardia dall’assessore regionale alla Protezione civile, Polizia locale e Sicurezza Romano La Russa, con il suo omologo della provincia di Brescia Fabio Mandelli e dal sindaco di Roncadelle Michele Orlando, in rappresentanza dell’Associazione dei Comuni bresciani.

“Vogliamo spiegare ai cittadini come comportarsi nel lasso di tempo che intercorre tra un evento calamitoso e l’arrivo dei soccorritori – ha spiegato La Russa – perché i minuti immediatamente successivi al verificarsi di un terremoto, di una valanga o altro sono, nella maggior parte dei casi, quelli più importanti e delicati. E’ importante che ciascuno sappia esattamente qual è il comportamento migliore da tenere e, se necessarie, quali le procedure da seguire”.

Per fare questo, dunque, i sottoscrittori e l’Asl di Brescia prepareranno e divulgheranno materiale informativo, opuscoli, brochure, ma anche supporti multimediali, insomma un vero e proprio manuale, che sarà diffuso nelle scuole anche tramite appositi corsi formativi organizzati con i Comuni, appunto, le organizzazioni di volontariato e le sezioni locali di Protezione civile.

“Abbiamo scelto Brescia come capofila – ha aggiunto La Russa – perché è quella dove potenzialmente potrebbero presentarsi diversi scenari calamitosi”. E’ infatti considerata zona sismica, ad alto rischio frane, così come non improbabile potrebbe essere l’esondazione di laghi e fiumi. Ma soprattutto è la provincia italiana con il più alto numero di volontari (oltre

4.000) e sezioni (140).

“Non ci facciamo mancare nulla – ha scherzato l’assessore Mandelli – e per questo vogliamo farci trovare pronti con tutti i nostri uomini. Da un anno andiamo nelle scuole ad insegnare nozioni di primo soccorso, da oggi vogliamo fare ancora di più”.

Soddisfatto anche il sindaco Orlando, che ha garantito che l’associazione dei 206 Comuni (la più numerosa in Italia) “metterà da subito a disposizione la propria struttura per raggiungere in tempo zero i sindaci e per rendere stabili i rapporti con le associazioni del territorio”.

La Russa ha sintetizzato l’importanza del Protocollo con una frase di Kennedy “cosa possono fare i cittadini per il Paese invece di chiedere cosa farà il Paese per loro”?

“Allora – ha concluso – vien da sé che l’impegno delle istituzioni e del terzo settore da solo non è sufficiente:

abbiamo bisogno della collaborazione di tutti, dalle famiglie alle scuole, dalle imprese al mondo dei media”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi