28 Febbraio 2021 Segnala una notizia

Vimercate, Ex-Celestica: in corso sciopero per dire no ad altre 100 Cigs

14 Aprile 2011

bamessem-scioperoSciopero generale per tutta la giornata per il comparto ex-Celestica di Vimercate contro l’ulteriore richiesta da parte della proprietà di cassa integrazione per altri 100 lavoratori. Secondo i sindacati Fim Cisl, Fiom Cgil Monza e Brianza e i rappresentanti Rsu delle aziende l’adesione da parte dei lavoratori è stata totale.

Intanto i sindacati hanno annunciato di non aver accettato la proposta e che chiederanno ai candidati sindaci prima delle prossime elezioni amministrative in città che si garantisca la vocazione industriale dell’area.

 

La nuova richiesta da parte della proprietà del sito, la Bartolini progetti, di mettere in cassa integrazione straordinaria altre 100 persone entro l’estate, è stata la tipica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Una richiesta che è stata definita dai sindacati inaccetttabile.

«Non possiamo permettere che altre cento persone vadano in cassa – afferma Gigi Redaelli segretario generale della Fim Cisl – con queste si arriverebbe ad un totale di 400 cassintegrati su 600 del bamessem-sciopero2comparto Bames-Sem. Per questo noi sindacati non abbiamo accettato quest’ultima “provocazione”».

Sulla stessa linea d’onda anche Claudio Cerri segretario della Fiom Brianza: «Il mancato accordo con noi sindacati potrebbe portare forse a qualche cambiamento anche positivo– afferma Cerri – il ministero dello sviluppo potrebbe aprire un’inchiesta sul sito facendo delle verifiche e delle ispezioni per chiarire meglio la situazione. Magari si accorgeranno di come in questi anni la Bartolini non ha sviluppato nessun piano di reindustrializzazione del sito e che non ci sono stati nessun tipo investimento. Oggi non solo Bames non ha più commesse esterne ma sta perdendo anche le stesse commesse “interne” da parte di Ibm».

{xtypo_rounded2}

Ieri sera incontro su Bames con Sel

vimercate-sel_ex-celesticaE ieri sera a Vimercate presso la villa Gussi si è parlato della situazione del comparto ad un incontro dal nome “La silicon valley di Vimercate” organizzato da “Sinistra e Libertà” a cui erano presenti Corrado Boccoli, attuale assessore all’ecologia, Marta Armanini, rappresentante di Sel in consiglio comunale, Tino Magni coordinatore regionale di Sel, Cristina Tajani sociologa e ricercatrice, Romano Calvo dell’associazione consulenti del terziario avanzato, Claudio Cerri della Fiom mb. Fra le affermazioni più significative sicuramente le parole di Magni che ha accusato la politica nazionale come “il grande assente nell’intervenire nel sito e che non ha steso una politica industriale in tutti questi anni”. Dure anche le parole di Calvo: “Per la proprietà il vero valore di quel sito non sono i lavoratori, ma il terreno su cui stanno le aziende: un’area a pochi metri dalla tangenziale, in mezzo al verde, molto appetibile per i costruttori”.{/xtypo_rounded2}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi