02 Marzo 2021 Segnala una notizia

Maratona di Boston, tra gli italiani anche due monzesi del Monza Marathon Team

21 Aprile 2011

guido-locati-andrea-galbiati-maratona-bostonHo chiamato gli amici Guido Locati e Andrea Galbiati per avere un commento sulla loro avventura americana, un’avventura di poco oltre 42 chilometri. Partita con uno sparo. Di risposta mi è arrivato questo scritto, di Guido, che mi permetto di riportare integralmente.

Non è quella maratona di cui sentirete molto parlare, non ha l’appeal di New York o Londra, ma se siete veri runners, che apprezzano la sostanza di una gara e non solo la sua nomea, è la gara da mettere in calendario!

La città, da sola, meriterebbe un viaggio: un’America insolita, elegante, antica, insomma… europea; bella ed interessante da visitare, ottima per il cibo (seafood eccezionale) Boston è cultura, tradizione, sport: baseball, basket…. running!

La più antica maratona dei tempi moderni nasce e si ripete qui; le dimensioni della gara sono considerevoli (oltre 20mila partecipanti), ed il livello agonistico è molto alto: per partecipare, gli americani devono qualificarsi con tempi molto selettivi; anche per questo è una gara d’elite, cui tutti ambiscono!

Ma ciò che colpisce è la partecipazione del pubblico: la partenza è fuori città, in campagna, dove le famiglie allestiscono una “tribuna” fuori da ogni casa, sotto l’immancabile bandiera a Stelle e Strisce (qui il patriottismo è valore quotidiano, non retorica da compleanno) con sedie da campo, borracce, arance e…. urlano, incitano, cantano, mostrano cartelli, applaudono senza sosta! Dopo aver onorato l’inno americano, al colpo di cannone, via! con “la pelle d’oca”…. e si attraversano paesini magnifici, da cartolina, lungo l’impegnativo percorso che porta, in un crescendo ininterrotto di incitamento e partecipazione, ad Heartbrake Hill: nome azzeccato per una salita “spacca gambe” posta al 34esimo km! Ma tanto sale la strada, tanto cresce il tifo: sarete letteralmente sollevati dal pubblico ed accompagnati alla successiva discesa, da cui si accede finalmente alla città.guido-locati-maratona-boston

Pensate che il tifo ormai sia frastornante? Vedrete o meglio sentirete come cresce vicino al traguardo….

Monza Marathon Team è presente col “il Pres” e “Centurion”, con i colori sociali, Tricolore e tantissimo entusiasmo. Ottimo ed insperato risultato per il Pres (tra i primi trenta italiani e con oltre 2400 “yankees” dal pettorale più basso allineati alle spalle) grande dimostrazione di forza di volontà, invece, per Centurion che, causa un pregresso infortunio, conclude in sofferenza nel rispetto del nostro motto: “non mollare… mai!”

Unamine opinione: magnifica esperienza, da consigliare a tutti i runners, una classica che non può mancare! Appunto, ora ci manca solo Chicago…..

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi