27 Febbraio 2021 Segnala una notizia

La Brianza palpita per il derby meneghino, mentre il Monza affonda nell’indifferenza

1 Aprile 2011

magnoni_luca_-_presidente_monza_calcioAnche in Brianza i cuori rossonerazzurri iniziano a palpitare spasmodicamente per il rendez vous domenicale, quando ci si gioca mezzo tricolore (quello nel 150esimo dell’Unità d’Italia vale più degli altri?…).

Saranno migliaia gli aficionados briantei della Beneamata e del Diavolo che accorreranno alla Scala del Calcio, per assistere alla rappresentazione chiave di questa stagione calcistica, plaudendo alle gesta dei tenori Eto’o e Pato, Pazzini e Robinho. I principali club della zona stanno preparando da giorni l’appuntamento di gala, gasandosi a suon di sfottò.

A pochi chilometri di distanza da San Siro, tornando nei confini nostrani, e seguendo il “filo Seedorf”, si rientra in un’altra galassia calcistica: quella del povero e derelitto Monza. Che affoga nell’indifferenza più assoluta, non solo dei media ma anche della sua città, del suo territorio. Una lunga e penosa agonia, quella di quest’anno (e non solo), con il malato che è sprofondato sempre più nelle sabbie mobili della bassa classifica. Fino, inesorabilmente, all’ultimo posto.

Eppure, a parte qualche protesta dei suoi più coraggiosi e strenui tifosi, con eccessi da condannare, per il resto è silenzio. Assoluto, inquietante. Non occorre nemmeno andare a controllare i biglietti staccati la domenica al botteghino, per immaginare con certezza uno stadio triste, smarrito, cadaverico. Che, purtroppo, ha un sussulto con beceri insulti razzisti… a un proprio giocatore: un assurdo “colmo” di cui troppo poco si è parlato forse, con la multa di 6 mila euro inflitta alla società.

La classifica è lì, che parla chiaro. Certo, fra una contestazione e l’altra, un allenatore e l’altro, una figuraccia e l’altra, c’è tempo per il miracolo: arrivare ai play out e salvarsi. Ma con quali progetti per il futuro? In che direzione va il Monza Brianza Calcio? C’è una società, che deve indicare la strada e renderla sicura. Perchè oggi sono troppi gli ostacoli, i rischi, e sprofondare, non solo in classifica, è un attimo. Tanti, tantissimi, gli esempi, che non vogliamo nemmeno citare, per esorcizzarli.

E allora perchè non si fa crescere un “movimento” territoriale, per ridare vigore alla squadra e al club? Perchè la Camera di Commercio, così solerte e capace di realizzare studi sul business del derby meneghino, non può ipotizzare uno studio su come rilanciare il marchio Monza Calcio coinvolgendo le imprese del territorio? Perchè nessun imprenditore o politico brianzolo dice la sua e cerca nuove forze? A Monza non può esistere solo il Gran Premio. È vero che la formula 1 rappresenta un patrimonio soprattutto economico di valore inestimabile, ma si può far naufragare il balùn, a Monza, come fosse un barcone in mezzo al mare? Qui sono cresciuti o hanno giocato alcuni dei più grandi calciatori italiani, inutile riepilogarli. E domani, chi giocherà?

Buon derby a tutti i brianzoli…. (il Monza si ferma un turno, domenica 10 gioca contro il Sud Tirol…).

Nella foto Luca Magnoni (quello con in testa il cappellino)

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi